Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

La Siracusa-Gela completamente gratuita, insorgono i sindacati: "Danno erariale"

Con l'inaugurazione della nuova autostrada Rosolini-Ispica-Pozzallo tirna a galla il problema delle A18 e A20, Messina-Palermo e Messina-Catania a pagamento e costellate da cantieri e disservizi. "Scelte in totale antitesi con quanto avvenuto sulle altre autostrade gestite dal Cas"

L'inaugurazione in pompa magna del nuovo tratto Rosolini-Ispica-Pozzallo, che sarà completamente gratuito, appare come uno schiaffo rispetto agli utenti della Messina-Catania e della Messina-Palermo costretti a pagare disagi e disservizi della gestione Cas lungo il tratto autostradale.

A mettere in luce l'ossimoro delle scelte del Consorzio autostrade siciliano è il Sindacato dei lavoratori autostradali con una nota inviata anche alla Corte dei Conti in cui si esprimono preoccupazioni "per le insufficienti chiamate di personale stagionale d'Esazione, per i mancati presidi alle varie Stazioni, per il malfunzionamento delle Casse Automatiche, per l'organizzazione dei turni programmati presso i vari caselli dell'A20 e dell'A18", scrivono. 

La richiesta è volta a comprendere "se i risparmi sul costo del personale d'Esazione, a fronte del rilevante aumento di traffico, non siano da mettere in relazione al fatto che le tratte autostradali SR Gela continuano ad essere consegnate alla pubblica fruizione, anche in data odierna, in maniera totalmente gratuita ed in totale antitesi a quanto avvenuto sulle altre autostrade gestite dal Cas, puntualmente pedaggiate ad ogni loro singolo completamento", si legge. 

"Si chiede, altresì, se, alla luce della recente demolizione - costata circa 390 mila euro - del casello di Cassibile nonostante sia stato realizzato dal Cas (al costo circa 600 mila euro?) , dopo regolare approvazione progettuale da parte degli organi tecnici preposti, proprio per mettere a pedaggio le tratte della SR Gela oggi, invece, percorribili gratuitamente continueranno a pesare sul bilancio consortile e sulle altre autostrade a pagamento gestite dal Cas fino al totale completamento della relativa opera autostradale, peraltro non ancora interamente appaltata, oppure se le varie tratte saranno consegnate ad altri Enti per le relative manutenzioni", prosegue la nota. 

L'ipotesi è quella di "danni erariali - conclude la nota -  giustificate da scelte politiche o se derivano da disposizioni ministeriali, nelle more, invita gli organi in indirizzo, ciascuno per le proprie competenze ad effettuare i dovuti controlli e ad adottare gli eventuali dovuti provvedimenti", concludono. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Siracusa-Gela completamente gratuita, insorgono i sindacati: "Danno erariale"

MessinaToday è in caricamento