rotate-mobile
Cronaca

Incendi, monsignor Accolla: "Deturpare la natura è offuscare la bellezza di Dio"

L'arcivescovo rivolge un pensiero a chi ha subito danni a causa dei roghi. "Non si può essere indifferenti"

L’arcivescovo mons. Giovanni Accolla esprime solidarietà e vicinanza alle popolazioni colpite, con particolare pensiero alla gente del territorio dell’arcidiocesi messinese,  per quanto stiamo vivendo in questi giorni di grande apprensione per i disastri ambientali causati dalle elevate temperature e dalla mano irresponsabile di uomini.

"Gli incendi che hanno devastato la natura non possono lasciare indifferente la coscienza di ogni persona – credente e non, ma tutti fratelli e sorelle in umanità – perché deturpare la natura equivale ad offuscare la bellezza di Dio riflessa nell’opera della creazione e danneggiare la vita umana e ogni forma di vita animale e vegetale. L’essere parte gli uni degli altri dentro il meraviglioso contesto del mondo deve responsabilizzare ciascuno, affinché tutti possiamo custodire il creato e consegnarlo con amore alle future generazioni. Vedere le fiamme lambire porzioni del nostro territorio mutandone il volto di centri storici ricchi di bellezza e tradizioni di fede, privando di beni importanti come la casa e perfino la vita, desta tanta sofferenza e impone una seria riflessione".

L’arcivescovo, si legge nella nota inviata alla stampa, è vicino a coloro che sono stati colpiti. È grato a quanti, a livello istituzionale e personale, stanno prestando la loro opera nell’intervenire per il bene della collettività. È accanto ai parroci e alle popolazioni più ferite, assicurando la presenza solidale della Chiesa, attenta ad urgenze e necessità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendi, monsignor Accolla: "Deturpare la natura è offuscare la bellezza di Dio"

MessinaToday è in caricamento