rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

"E' il nostro eroe", attesa per il messinese Giorgianni a caccia dei dispersi sul traghetto Olympia

Il primo ufficiale di coperta è stato il primo ad accorgersi che qualcosa non andava a bordo dando l'allarme al comandante ed è stato in prima linea nelle operazioni di soccorso e salvataggio dei superstiti. A Latina lo aspettano per l'encomio ma è stato trattenuto in Grecia a disposizione delle autorità

Resta in Grecia il messinese Gaetano Giorgianni, primo ufficiale della nave di Grimaldi Lines trasformatasi in un inferno di fuoco nella notte tra il 17 e il 18 febbraio al largo di Corfù mentre stava facendo rotta verso Brindisi.

Dovrà rimanere a disposizione delle autorità greche e, insieme ad un altro collega, ha ricevuto l’incarico di tornare a bordo per cercare i dispersi insieme al comandante Vincenzo Meglio, originario di Procida, che in una intervista a Il Mattino di Napoli ha dichiarato che proprio Giorgianni alle 3.01 l’aveva chiamato preoccupato. Il primo ufficiale aveva notato che troppi rilevatori antifumo si erano accesi contemporaneamente. E’ stato dunque il primo a dare l’allarme.

Due dei dodici dispersi sono stati trovati vivi, mentre ieri è stata trovata la prima vittima carbonizzata a bordo di un camion e si cercano ancora gli altri. Nelle ore successive all'incendio erano state salvate 278 persone, tra cui una ventina di italiani.

Giorgianni, che ha lasciato Messina da ragazzino, ha iniziato a navigare dopo essersi è diplomato alla scuola nautica di Gaeta.

Sulla tragedia è stata aperta una indagine e il Gruppo Grimaldi, che ha diffuso una nota in cui nega con fermezza la possibilità di overbooking sul traghetto, avrebbe chiesto al personale di non rilasciare interviste né dichiarazioni.

A caldo, la moglie Valeria, anche lei messinese, aveva raccontato i drammatici momenti vissuti dal marito. “E’ il mio eroe” ha detto la donna che difficilmente però potrà abbracciarlo prestissimo

L’attesa per Giorgianni è tanta anche in tutta Borgo Sabotino, la frazione di Latina dove risiede da anni che è pronta a tributargli un riconoscimento. A darne notizia il consigliere di Latina nel Cuore, Renzo Scalco. “Tra gli eroi che la notte tra il 17 e il 18 febbraio hanno tratto in salvo 243 persone dall’incendio scoppiato a bordo dell’Euroferry Olympia della Grimaldi Lines vi è Gaetano Giorgianni, residente a Borgo Sabotino insieme a sua moglie e ai suoi due figli. Primo ufficiale di coperta, Giorgianni era in prima linea nelle operazioni che hanno salvato la vita a centinaia di persone nell’incendio scoppiato sul traghetto ad una decina di miglia a nord della costa greca di Corfù. Giorgianni verrà premiato da Don Alberto, parroco di Borgo Sabotino” spiega Scalco che rivolge un appello all’Amministrazione. “Anche il sindaco Coletta lo convochi in Comune, al fine di dare un encomio ad un vero eroe del nostro territorio che non ha esitato a mettere a rischio la propria vita per salvare quella dei passeggeri del traghetto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"E' il nostro eroe", attesa per il messinese Giorgianni a caccia dei dispersi sul traghetto Olympia

MessinaToday è in caricamento