rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Trattoria divorata dalle fiamme a Vulcano, il dramma della famiglia: scatta la gara di solidarietà

L’appello della figlia del titolare e cuoca del ristorante dell’isola di Vulcano "Da Gaetano": “In fumo i sacrifici di una vita, aiutateci a ricostruire quel fantastico mondo ricco di sapori e tradizioni”. In poche ore raccolti oltre 6mila euro, l'obiettivo è 250mila euro

La notte del 12 marzo l’incendio di uno dei ristoranti più tipici di Gelso, borgo marinaro dell’isola di Vulcano. Il “Da Gaetano” era conosciuto dai turisti per la sua caratteristica terrazza con il pergolato che dalla collina guarda sul mare. Tutto è andato distrutto, così come la cucina ed i mobili della sala principale. Nei giorni scorsi gli stessi isolani hanno anticipato l’intenzione di avviare una raccolta di solidarietà per dare alla famiglia Basile un sostegno per riprendere l’attività. 

Adesso Elisabetta Basile, figlia del titolare e cuoca del locale, attraverso un post sulla piattaforma di crownfunding GoFundMe (https://gofund.me/6d6b40c7) ha voluto lanciare una raccolta per aiutare la “Trattoria da Gaetano”. 

WhatsApp Image 2022-03-16 at 12.01.32-2

“Al momento siamo tutti sconvolti poiché il ristorante non era per noi una semplice attività commerciale ma era la nostra passione, la nostra storia, che inizia già nel 1959 quando miei nonni Gaetano e Marianna costruirono il locale”, sono le parole della 24enne, protagonista con i suoi fratelli di una storia da film. “Nel corso degli anni abbiamo fatto fronte a gravi difficoltà economiche che ci avevano fatto perdere anche la proprietà dello stesso locale, io e i miei fratelli lo abbiamo ricomprato con i risparmi e i sacrifici di tutta una vita e ora non WhatsApp Image 2022-03-16 at 12.01.32 (1)-2ci resta più nulla…”. 

Adesso sono rimaste solo le immagini nella mente di chi vuole, con tanta forza di volontà, rialzarsi un’altra volta. “L’amore ha sempre contraddistinto il nostro lavoro, vedere un sorriso sui volti all’arrivo di un piatto, condividere una storia insieme ai clienti, questo era il nostro pane quotidiano. Ora c’è solo il vuoto lasciato dalla tristezza. Quest’estate non avremo modo di ricominciare il nostro lavoro in quel posto magico, dove io e i miei fratelli abbiamo imparato l’arte della cucina su quei fornelli che ora rimarranno spenti. Faccio dunque un appello a tutti gli amici che ci hanno sempre voluto bene, ai clienti che hanno adorato la nostra cucina, anche a chi era solo di passaggio…Aiutateci a ricostruire quel fantastico mondo ricco di sapori e tradizioni, anche con una piccola donazione potrete sostenere me e la mia famiglia”.

In poche ore sono stati raccolti oltre 6mila euro, mentre l'obiettivo per la ristrutturazione completa del locale è di 250mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trattoria divorata dalle fiamme a Vulcano, il dramma della famiglia: scatta la gara di solidarietà

MessinaToday è in caricamento