rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Incendi

Incendio e aggressioni al Papardo, De Luca: “Istituire negli ospedali siciliani presidi di sicurezza”

Già ad ottobre l'ordine degli infermieri aveva lanciato un appello al presidente della Regione Renato Schifani, chiedendo una task force per contrastare le sempre più frequenti violenze ai danni di sanitari. Ecco cosa è accaduto

“Aggressioni e atti violenti sono ormai quasi una costante negli ospedali siciliani e il Papardo di Messina non fa eccezione. Non è la prima volta che accade e non possiamo rimanere inerti in attesa che succeda l'irreparabile".

Cresce la preoccupazione dopo l'incendio ieri all'ospedale Papardo.

A parlare è il capogruppo. del M5S all'Ars, Antonio De Luca che ha scritto all'assessore alla Salute per chiedere l'istituzione di un presidio di sicurezza-

"Spero che con il nuovo assessore la richiesta non cada nel vuoto, come accaduto in passato - scrive De Luca - É doveroso consentire ai sanitari di operare con serenità e ai cittadini di ottenere le cure richieste in un posto che sia sicuro. Nella missiva all'assessore Volo ho chiesto pure che si provveda a stanziare immediatamente le somme occorrenti per ripristinare la funzionalità del plesso danneggiato”.

Il rogo - secondo le prime indiscrezioni - sarebbe stato appiccato da un uomo - forse con problemi di tossicodipendenza - che prima avrebbe anche aggredito alcuni infermieri e poi avebbe dato fuoco a sacchi di spazzatura che dovevano essere smaltiti l'indomani. Ma non sono escluse altre cause, corto circuito compreso. Una situazione che ieri ha fatto temere il peggio costrigendo al trasloco dei pazienti da alcuni reparti ammorbati dal fumo e che necessita ora di verifiche sui possibili danni causati agli impianti elettrici della struttura di contrada Sperone.

Ma quella della sicurezza negli ospedali e nei pronto soccorso in particolare è un tema caldo da tempo  non solo a Messina. 

A Palermo è indagato per danneggiamento Federico Rasa, ex concorrente della trasmissione televisiva di Mediaset "Temptation Island". Era stato portato adl 118 al pronto soccorso del Civico, non avrebbe gradito il trattamento ricevuto e ha cominciato tirare calci a carrelli e porte dell’ospedale. "Mi accusano di 'aggressione' - ha scritto ieri sui social - quando in realtà i veri aggressivi sono stati loro. Mi hanno lasciato per 6 ore in sala d'attesa: minuto dopo minuto gonfiavo sempre di più e stavo sempre più male, non si sono nemmeno degnati di farmi una visita". 

Civico, ex concorrente di Temptation Island va in escandescenze: indagato per danneggiamento

Già ad ottobre l'ordine degli infermieri aveva lanciato un appello al presidente della Regione Renato Schifani, chiedendo una task force per contrastare le sempre più frequenti aggressioni ai danni di sanitari negli ospedali. 

"Ogni giorno negli ospedali siciliani si registra un episodio di violenza ai danni di medici, infermieri e operatori sanitari - è il bilancio dei professionisti della sanità - Non si può continuare a guardare perché a rischio c'è la salute di tutti, di chi è in prima linea nei nosocomi dell'Isola e di chi non può usufruire di un'adeguata assistenza per la bestialità di altri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio e aggressioni al Papardo, De Luca: “Istituire negli ospedali siciliani presidi di sicurezza”

MessinaToday è in caricamento