Incendi

Incendio vicino il torrente Bordonaro, allarme anche a Rodì Milici

Bruciano da stanotte le campagne nel piccolo comune mentre ci sono squadre ancora impegnate anche a Falcone e Alì Terme. Vigili del fuoco stremat. Marano (M5Stelle): “Regione in ritardo con le campagne antincendio”

Una squadra a Bordonaro, nel torrente. Una su Furnari al lavoro da stamattina e un’altra ad Alì Terme mentre Rodi Milici brucia da stanotte. Resta impegnativa l’attività dei vigili del fuoco che negli ultimi quattro giorni sono stati occupati h24 nello spegnimento di incendi a Messina e Provincia. Non sono in pericolo per le abitazioni ma sono incalcolabili i danni alla vegetazione.

Sugli incendi degli ultimi giorni  il M5Stelle ha annunciato una interrogazione all’Ars per chiedere chiarimenti sulle misure prese dal governo regionale per fronteggiare i roghi.

Ieri è intervenuta anche la deputata regionale del Movimento Cinque Stelle Jose Marano chiedendo al governo regionale la ragione dei ritardi per l'avvio delle campagne di messa in sicurezza per la prevenzione degli incendi.

"La Sicilia torna a bruciare, complice il forte scirocco di questi giorni – dice Marano – e come ogni anno assistiamo al medesimo scenario: ettari ed ettari di verde a fuoco e sicurezza dei siciliani ad altissimo rischio. Eppure lo scorso febbraio avevo chiesto ufficialmente, tramite una interrogazione, l'avvio anticipato delle campagne anti incendio per farci trovare pronti in vista dell'innalzamento delle temperature. Avevo chiesto all'assessore all'Agricoltura  di dare seguito alle promesse fatte sull’utilizzo degli operai della forestale che sono 22mila, di cui la maggior parte precari con contratti che prevedono il loro impiego per 151 giornate l’anno, a 101 giornate e a 78 giornate annue. È inconcepibile che i lavoratori vengano chiamati ad agire per l’antincendio solamente a giugno! Tra l'altro l'anticipo non comporterebbe costi economici ulteriori per la Regione: è soltanto questione di programmazione".

"Dobbiamo difendere la nostra terra ma per farlo serve lungimiranza e una buona politica in grado di prevenire i problemi e che non si limiti a piangere, ex post, sul latte versato", ha concluso Marano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio vicino il torrente Bordonaro, allarme anche a Rodì Milici

MessinaToday è in caricamento