rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Elezioni regionali 2017, prosciolti undici indagati: rinviato a giudizio l'ex sindaco di Fondachelli

Accolta dal Gup Marino la richiesta di non utilizzabilità delle intercettazioni oggetto dell'inchiesta della procura su presunte corruzioni elettorali. Sotto indagine erano finiti volti noti della politica come l'ex sindaco di Milazzo Italiano e l'ex deputato regionale Catalano.

Non andranno a processo con l'accusa di corruzione elettorale alle consultazioni regionali del 2017 gli undici indagati nell'inchiesta della procura di Messina resa nota nel dicembre 2020. Tra loro anche volti noti della politica come l'attuale consigliere comunale di Milazzo ed ex sindaco Lorenzo Italiano, l'ex parlamentare regionale Santo Catalano, la candidata a sindaco alle ultime amministrative di Fondachelli Fantina Maria Pamela Corrente, Armando Buccheri, Carmelo Fascetto, Francesco Salmeri, i messinesi Placido Smedile, Davide Lo Turco e Giuseppa Zangla, il pattese Enrico Talamo. E' la decisione del Gup Monica Marino che ha accolto le richieste di inutilizzabilità delle intercettazioni telefoniche e ambientali per gli indagati di corruzione elettorale dichiarando il non luogo a procedere. E' stato invece rinviato a giudizio per estorsione (per questa imputazione i tabulati possono invece essere utilizzati) l'ex sindaco di Fondachelli Francesco Pettinato che dovrà andare a processo il 17 maggio mentre sul figlio Marco, primo cittadino di Fondachelli, per corruzione elettorale il giudice si esprimerà nei prossimi giorni come per l'ex consigliere provinciale Carlo Roberto Cerreti. Nella difesa sono stati impegnati tra gli altri gli avvocati Filippo Barbera, Pietro Fusca, Carmelo Scillia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali 2017, prosciolti undici indagati: rinviato a giudizio l'ex sindaco di Fondachelli

MessinaToday è in caricamento