Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Venetico

La morte di Vito Cambria, indagati i responsabili delle ditte: "Quanti lavoratori dovranno sacrificarsi ancora?"

Va avanti l'inchiesta della procura sulla tragica fine dell'operaio edile a Venetico. La Fillea Cgil registra che in tanti cantieri non si prevengono gli infortuni sul lavoro

Sono sotto inchiesta per omicidio colposo i responsabili delle ditte. L'indagine per la morte del sessantenne Vito Cambria avvenuta due giorni fa a Venetico comincia a prendere forma. Sarà eseguita l'autopsia sull'operaio che secondo la ricostruzione è caduto giù dal ponteggio mercoledì scorso intorno alle 12 durante lavori e che all'arrivo dei soccorsi era già morto nel cortile di via Nazionale.

Cade da ponteggio, muore operaio a Venetico 

"Ancora una settimana tragica per il settore delle costruzioni messinesi: i due incidenti sul lavoro di questi giorni - quello di Venetico dove ha perso la vita un operaio 60enne in una dinamica ancora tutta da chiarire e l’altro incidente accaduto a Giammoro ai danni di un altro operaio 50enne (caduto in mare dal pontile e tutt’ora ricoverato in ospedale) - dimostrano che sulla sicurezza nei cantieri di lavoro non bisogna mai abbassare la guardia. “Abbiamo sempre ribadito nei vari tavoli a livello regionale ed in Prefettura – dichiarano Giovanni Mastroeni, segretario generale Cgil Messina, e Mario Mancini, segretario generale Fillea Cgil Messina – come sia inaccettabile constatare che ancora oggi in tanti cantieri non si riesca ad assicurare una corretta prevenzione dagli infortuni e attuare le norme che regolamentino la sicurezza sul luogo di lavoro”. “Ci chiediamo – concludono Mancini e Mastroeni - quanti lavoratori dovranno sacrificarsi per far scuotere la coscienza di imprese e livelli istituzionali e comprendere - una volta per tutte - che la sicurezza sul lavoro non è un optional e che – se non cambieranno le cose - ogni giorno ci saranno sempre più lavoratori che rischiano la salute e la vita. Inoltre l'attuale crisi economica attraversata dal settore edile, ulteriormente amplificata dalla crisi sanitaria, espone tanti operai edili ai rischi connaturati al lavoro nero”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La morte di Vito Cambria, indagati i responsabili delle ditte: "Quanti lavoratori dovranno sacrificarsi ancora?"

MessinaToday è in caricamento