Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Milazzo

Operai ustionati e ricoverati a Palermo, i carabinieri alla Raffineria di Milazzo

Questa mattina i militari dell'Arma hanno bussato alla porta della Ram dopo l'incidente che ha coinvolto i due capiturno trasferiti entrambi al Centro Grandi Ustioni del capoluogo regionale

Questa mattina alla Raffineria di Milazzo si sono presentati i carabinieri. Secondo quanto si è appreso sono in corso indagini per accertare l'incidente sul lavoro che ieri ha visto come sfortunati protagonisti due capiturno investiti da acqua calda per una manichetta che ha ceduto. I due operai, entrambi cinquantenni e del Milazzese, sono stati trasferiti al Centro Grandi Ustioni di Palermo. Anche per il secondo è stato necessario il ricovero nel capoluogo regionale. Ventiquattrore dopo l'incidente i medici escludono il pericolo di vita ma uno dei due ha ustioni di primo e secondo livello su oltre il 20% del corpo e le sue condizioni sono giudicate serie. L'altra persona è sotto controllo ma ha riportato ustioni meno gravi. L'Ugl ha espresso solidarietà ai due operai, le segreterie provinciali di Filctem Cgil Femca Cisl Uiltec Uil esprimono preoccupazione e apprensione. "Il fatto che sia avvenuto in un impianto dove i livelli di salvaguardia e tutela sono già alti, e che le procedure di emergenza siano state prontamente attivate, dimostra inequivocabilmente - sostengono i confederali - che il continuo richiamo alla sicurezza non è mai né retorico e né scontato. Attendono pertanto che gli organi preposti completino il loro lavoro ma da subito chiedono a Ram un apposito confronto di merito. Augurano ai 2 operai una rapida guarigione, ed esprimono tutta la loro vicinanza ai familiari".

Raffineria di Milazzo, ustionati due capiturno 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operai ustionati e ricoverati a Palermo, i carabinieri alla Raffineria di Milazzo

MessinaToday è in caricamento