menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I carabinieri di Milazzo (Foto di repertorio)

I carabinieri di Milazzo (Foto di repertorio)

Operai ustionati e ricoverati a Palermo, i carabinieri alla Raffineria di Milazzo

Questa mattina i militari dell'Arma hanno bussato alla porta della Ram dopo l'incidente che ha coinvolto i due capiturno trasferiti entrambi al Centro Grandi Ustioni del capoluogo regionale

Questa mattina alla Raffineria di Milazzo si sono presentati i carabinieri. Secondo quanto si è appreso sono in corso indagini per accertare l'incidente sul lavoro che ieri ha visto come sfortunati protagonisti due capiturno investiti da acqua calda per una manichetta che ha ceduto. I due operai, entrambi cinquantenni e del Milazzese, sono stati trasferiti al Centro Grandi Ustioni di Palermo. Anche per il secondo è stato necessario il ricovero nel capoluogo regionale. Ventiquattrore dopo l'incidente i medici escludono il pericolo di vita ma uno dei due ha ustioni di primo e secondo livello su oltre il 20% del corpo e le sue condizioni sono giudicate serie. L'altra persona è sotto controllo ma ha riportato ustioni meno gravi. L'Ugl ha espresso solidarietà ai due operai, le segreterie provinciali di Filctem Cgil Femca Cisl Uiltec Uil esprimono preoccupazione e apprensione. "Il fatto che sia avvenuto in un impianto dove i livelli di salvaguardia e tutela sono già alti, e che le procedure di emergenza siano state prontamente attivate, dimostra inequivocabilmente - sostengono i confederali - che il continuo richiamo alla sicurezza non è mai né retorico e né scontato. Attendono pertanto che gli organi preposti completino il loro lavoro ma da subito chiedono a Ram un apposito confronto di merito. Augurano ai 2 operai una rapida guarigione, ed esprimono tutta la loro vicinanza ai familiari".

Raffineria di Milazzo, ustionati due capiturno 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento