rotate-mobile
Cronaca

Gli incidenti dei rider, Just Eat: "La loro sicurezza resta la nostra priorità"

La posizione della multinazionale del settore digital food delivery dopo lo stato di agitazione proclamato dai sindacati: "Accordi rispettati in tutte le parte". L'invito a "riprendere il dialogo nelle sedi opportune, con la finalità di affrontare i problemi e identificare eventuali implementazioni”

"Per Just Eat la sicurezza dei nostri rider, insieme alla tutela della salute e alla creazione di condizioni di lavoro dignitose, resta la nostra priorità".

E' la posizione della multinazionale del settore digital food delivery dopo lo stato di agitazione proclamato dal collettivo riders della Cgil di Messina insieme a Filt Cgil e Nidil Cgil che nei giorni scorsi hanno segnalato tre incidenti per i rider in una giornata di maltempo.

"Just Eat - spiegano - è l'unica multinazionale del settore digital food delivery ad aver sottoscritto con le sigle sindacali Cigl, Cisl e Uil un contratto nazionale che inquadra i nostri rider come dipendenti, una scelta etica e responsabile su cui continueremo a fare importanti investimenti, con l’obiettivo di tutelare ulteriormente i lavoratori e garantire la loro sicurezza. In linea con questo approccio, e con il riconoscimento da parte dei sindacati nazionali della validità della procedura aziendale, in caso di condizioni meteo particolarmente sfavorevoli e pericolose, applichiamo procedure molto chiare, in cui ci attiviamo per chiudere temporaneamente il servizio di ritiro e consegna ed evitiamo che nuovi ordini siano assegnati ai rider. Il servizio viene poi riattivato nel momento in cui le condizioni tornano ad una situazione che permette di effettuare consegne in sicurezza".

Come si spiega dunque la denuncia dei sindacati su quanto accaduto venerdì scorso?

"Nel caso specifico - si legge nella nota a firma di Davide Bertarini, Head of Delivery Just Eat Italia -  le fonti di riferimento (tra le quali: i canali dell'aeronautica militare e le colonnine di rilevazione presenti nelle città) hanno rilevato nella giornata di venerdì 10 marzo una velocità del vento non superiore ai limiti che comportano l'attivazione delle procedure aziendali di sicurezza e prevedono la sospensione del servizio per condizioni meteo particolarmente avverse e pericolose. Siamo, altresì, dispiaciuti per l'incidente occorso ad un nostro collega rider, con il quale siamo in contatto per ricevere aggiornamenti sulle sue condizioni di salute. Il nostro dipendente è ancora convalescente, quindi è stato temporaneamente congedato dal lavoro e sta usufruendo di un periodo di infortunio".

Infine, Jast Eat spiega anche che il contratto sottoscritto con i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti, è ampiamente rispettato in tutte le sue parti. "Rinnoviamo ai sindacati firmatari dell’accordo, in un clima di dialogo e confronto aperto e di rispetto delle norme, di riprendere il dialogo nelle sedi opportune, con la finalità di affrontare i problemi e identificare eventuali implementazioni soddisfacenti per tutte le parti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli incidenti dei rider, Just Eat: "La loro sicurezza resta la nostra priorità"

MessinaToday è in caricamento