Giovedì, 21 Ottobre 2021
Incidenti stradali

Bambini travolti da un Suv a Vittoria, il piccolo Simone in terapia intensiva al Policlinico

Ricoverato a Messina l'undicenne travolto ieri mentre giocava sull'uscio di casa insieme al cuginetto, che invece è morto sul colpo. Per lui prognosi riservata. L'uomo alla guida, sotto effetto di droga e alcol, è stato arrestato per omicidio stradale

Da ieri sera è ricoverato in terapia intensiva pediatrica del Policlinico di Messina, Simone, il bimbo di 11 anni falciato dal Suv in corsa a Vittoria, nel ragusano. Nell'impatto è morto sul colpo il cuginetto di 12 anni, Alessio D'Antonio. Sono stati investiti in pieno, mentre erano seduti a giocare sull'uscio di casa dalla Jeep Renegade che viaggiava in via IV aprile e che ha tranciato gli arti inferiori dei due bimbi.

Sono disperate le condizioni di salute di Simone, rimasto vivo per miracolo nell'impatto, intubato e in prognosi riservata. La speranza è appesa a un filo, i medici non si esprimono. Al piccolo sono state amputate entrambe le gambe.

Il direttore di Terapia Intensiva sulle condizioni di Simone | Video

Rosario Greco-2Il conducente si è dato alla fuga all'arrivo della Polizia che lo ha individuato e arrestato per omicidio stradale aggravato. Nell'auto aveva anche un manganello telescopico ed una  mazza da baseball. In passato gli avevano trovato a casa di peggio:  fucile a pompa americano con puntatore laser, altre parti di armi di provenienza furtiva e munizionamento illegale. Anche gli altri 3 occupanti del veicolo erano fuggiti e per questo sono stati denunciati dagli uomini del commissariato di Vittoria e della squadra mobile. Si sono poi presentati volontariamente in Questura spiegando di essere scappati per paura di essere aggrediti.

Da Today: sotto l'effetto di droga e alcool travolge col Suv due cuginetti

L'uomo che ha investito è un pregiudicato, Rosario Greco, arrestato già nel 2015. E' figlio di Elio Greco, arrestato ad aprile di quest'anno per aver sparato ad un altro pregiudicato per motivi economici. Sempre il padre, che non è mai stato condannato per 416 bis, ma che gli inquirenti definirono vicino al clan Carbonaro Dominante, venne arrestato nell'ambito dell'operazione “Ghost trash”.

Il Policlinico di Messina unico tra i nosocomi vicini ad avere il posto letto 

Per questo procedimento Elio Greco ha chiesto il rito abbreviato. Durante l'operazione, che riguardava associazione di stampo mafioso finalizzata a posizione dominanti nel settore della realizzazione degli imballaggi e intestazione fittizia di beni, furono sequestrati 35 milioni di euro in beni immobili, titoli e società. Una delle ditte sequestrate è intestata al figlio Rosario, ora agli arresti per l'omiciio del piccolo Alessio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambini travolti da un Suv a Vittoria, il piccolo Simone in terapia intensiva al Policlinico

MessinaToday è in caricamento