rotate-mobile
Incidenti stradali

Anziano aggredito da 4 giovani, vertice in prefettura: "Più controlli e massima attenzione per individuare i responsabili"

Cosima Di Stani ha voluto esprimere la propria vicinanza alla vittima, incontrata personalmente nei giorni scorsi, con particolare riguardo al nipote di 7 anni presente sulla scena del reato. Saranno potenziati i servizi dove più frequentemente si verificano episodi di criminalità diffusa o di disagio giovanile

Saranno implementate le misure di prevenzione e contrasto di episodi che intaccano la sicurezza e l’incolumità pubblica. E' quanto emerso dopo il vertice stamani in prefettura. La prefetta Cosima Di Stani, ha infatti convocato una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Sotto la lente la sicurezza urbana nel capoluogo. All’incontro hanno partecipato, oltre al questore, al comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri ed al comandante provinciale della Guardia di Finanza, il vicesindaco ed il comandante della Polizia Municipale del Comune di Messina, nonché comandante della Polizia Metropolitana.

La decisione a fronte di alcuni recenti episodi di cronaca, con particolare riguardo all’aggressione verificatasi lungo la strada Panoramica dello Stretto, ad opera di quattro minorenni, nei confronti di un uomo di 84 anni, pestato davanti al nipotino per aver richiamato i quattro giovani che viaggiavano a bordo di uno scooter a una maggiore rispetto del codice della strada. 

Una vicenda che ha scosso l'opinione pubblica con l'anziano finito in ospedale con una prognosi di trenta giorni. Ma anche ieri un banale incidente stradale vicino al Boccetta ha richiesto l'intervento delle forze dell'ordine.

Nei giorni scorsi la prefetta aveva anche convocato una riunione sulla sicurezza stradale in cui erano emersi dati preoccupanti sul numero dei sinistri. Oggi, l'ennesimo incontro con l'obiettivo di arginare il fenomeno e potenziare le misure di sicurezza per i cittadini.

In tale direzione, le Forze dell’Ordine e le Polizie locali rafforzeranno, in una logica di massima integrazione operativa e valorizzazione delle risorse a disposizione, i già presenti servizi di vigilanza e di controllo coordinato, in particolare in quei siti ove più frequentemente si verificano episodi di criminalità diffusa o di disagio giovanile.

Saranno, pertanto, predisposti mirati servizi di controllo volti a contrastare e sanzionare figure sintomatiche di tale disagio quali guida in stato di ebbrezza, detenzione di sostanze stupefacenti e di armi da taglio, violazione delle norme del codice della strada e disturbo della quiete pubblica causato anche da eccessive emissioni sonore degli impianti stereo in uso nelle autovetture.

Nell’esprimere la propria vicinanza alla vittima, incontrata personalmente nei giorni scorsi al Palazzo del Governo, ed ai suoi familiari, con particolare riguardo al nipote di 7 anni presente sulla scena del reato, il prefetto ha assicurato la massima attenzione nella prosecuzione delle indagini in corso di svolgimento da parte delle Forze di polizia per l’individuazione e l’identificazione degli autori del reato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano aggredito da 4 giovani, vertice in prefettura: "Più controlli e massima attenzione per individuare i responsabili"

MessinaToday è in caricamento