Incidenti stradali

Miriam morta a 23 anni, aveva detto sì alla donazione degli organi

Il consenso era stato già espresso nella carta d'identità dalla giovane investita a Camaro. Ieri l'avallo dei genitori per un gesto d’amore e di solidarietà che salverà ora altre vite appese alla speranza

Già nella carta di identità aveva dato il consenso a donare gli organi. Un gesto d’amore e di solidarietà quello di Miriam La Spada che salverà ora altre vite appese alla speranza.

Una morte così prematura e difficile da accettare quella 23enne deceduta in seguito all’incidente avvenuto lo scorso 24 maggio a Camaro.

Ieri sera si è concluso l’iter per la dichiarazione di morte cerebrale avviato sabato scorso al Policlinico di Messina dove i genitori della ragazza hanno avallato quello che era l’ultimo desiderio di Miriam: donare a pazienti in lista d’attesa.

Tantissimi gli amici che si sono stretti attorno alla famiglia in questi giorni drammatici dopo l’incidente che ha spezzato la vita della giovane che viaggiava a bordo di uno scooter quando è stata travolta dall’auto di un uomo ora accusato di omicidio stradale.

Si tratta di un 36enne che era evaso dai domiciliari e a cui avevano ritirato la patente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miriam morta a 23 anni, aveva detto sì alla donazione degli organi
MessinaToday è in caricamento