Mercoledì, 22 Settembre 2021
Incidenti stradali

Storia di Hope, il cane travolto dal tram: un romano lo soccorre e gli salva la vita

Due gli animali feriti, uno non ce l'ha fatta. A prendere in mano le redini della situazione Ivan Moretti, un ricercatore fisico teorico in città per lavoro che stava per imbarcarsi alla Caronte. “Inutili polemiche su chi non avrebbe soccorso. Occorre invece sensibilizzare sulla piaga del randagismo”

Due cani travolti dal tram sul viale della Liberta, di fronte agli imbarchi della Caronte.

Uno è morto quasi subito e l’altro si trova ora ricoverato all’ospedale di Veterinaria. L’episodio è accaduto giovedì sera ed ha scatenato un vespaio di polemiche perché, secondo alcuni testimoni, l’’autista del tram, ne ha travolto prima uno, poi l’altro, ma non si è fermato subito. Alcuni persone lo hanno inseguito per costringendolo ad arrestare il mezzo, mentre altri hanno chiamato i vigili urbani per chiedere aiuto.

La polizia municipale, giunta sul luogo dopo una ventina di muniti, ha chiesto poi il supporto alla ditta incaricata dal Comune per il soccorso animali.

Ma nell’attesa, davanti alla straziante scena del cane a terra sanguinante con lo stomaco aperto e l’altro agonizzante, ha preso le redini in mano un romano che si trovava di passaggio in città ed era lì per prendere il traghetto. Ivan Moretti, 46 anni, ricercatore fisico teorico, ha deciso di non aspettare i soccorsi del Comune che ritardavano. Non c’era un minuto da perdere. Insieme al suo amico Antonio e a Paola, ha caricato in auto quello che guaiva per portarlo all’ospedale veterinario, dove ora sta lottando tra la vita e la morte.

L’episodio, raccontato sui social, ha creato indignazione per quello che è sembrato un omissione di soccorso da parte dell’autista. Ma i responsabili dell’Atm hanno già ricostruito i fatti e sono pronti a dimostrare che non c’è una responsabilità da parte del conducente. “L’autista si era accorto dei due cagnolini – spiega il coordinatore d’esercizio Santino Trimarchi -  Aveva attivato l’avvisatore acustico e i lampeggianti e i cani avevano abbandonato la sede tranviaria, solo che sono rientrati improvvisamente, forse spaventati dalle auto, e l’autista non ha più avuto il tempo di evitare il peggio. Lo spazio di frenatura, quello che intercorre fra l’attivazione dei freni e l’arresto del veicolo, ha fatto credere che stesse continuando la sua marcia in realtà si è fermato pochi metri dopo. Solo che affacciatosi dal finestrino ha visto che uno dei due cagnolini allontanarsi, mentre l’altro cane non lo ha neanche notato. Per questo è ripartito”.

Atm si è messo in contatto anche con Ivan Moretti, il 46enne ricercatore fisico teorico, che ha soccorso il cane e ha dato disponibilità a sostenere le spese per le cure.

A interessarsi alla vicenda anche l’associazione “Amici del cane” che da sempre è impegnata sul territorio.

“La polemica sui soccorsi non mi coinvolge più di tanto – spiega Ivan Moretti – perché un incidente può accadere a chiunque. Quello che invece dovrebbe far riflettere e sensibilizzare  in questa occasione è la questione del randagismo, una piaga che soprattutto nel Mezzogiorno dovrebbe essere affrontata con maggiore decisione dagli organi competenti. Quello che è stato commovente è comunque il supporto dato dal mondo del volontariato. La rete di solidarietà che si è scatenata fra onlus e cittadini privati fa onore alla città. Ho conosciuto persone che dedicano tutta la loro vita e le loro risorse e si prodigano quotidiamnamente per aiutare gli animali”.

Ivan segue ora da Roma, dove nel frattempo è rientrato, le condizioni del cane a cui è stato dato il nome di Hope, speranza.  “Sembra si stia ripendendo – spiega – anche se è ancora in prognosi riservata. Aveva un’ampia lacerazione e asportazione del derma. Le veterinarie che lo hanno accolto sono state davvero molto professionali e si sono subito prodigate. La registrazione è stata fatta a mio nome e il cane sottoposto ad una ricostruzione chirurgica del derma, sta mangiando autonomamente. Mi hanno anche mandato un video (in basso). Un segnale molto positivo. E’ un cane di mezza età credo. La speranza ora è che si riprenda in fretta e trovi una famiglia che lo accolga”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storia di Hope, il cane travolto dal tram: un romano lo soccorre e gli salva la vita

MessinaToday è in caricamento