Indennità di risultato, i dirigenti di Palazzo Zanca dovranno restituire un milione

L'annuncio del sindaco dopo la relazione conclusiva del segretario direttore generale Rosanna Carrubba. Il conteggio anche per chi se n'è andato in pensione. De Luca: “I nostri sospetti erano fondati”

Dovranno restituire oltre un milione di euro. Annuncia la mazzata il sindaco Cateno De Luca per i dirigenti comunali di Palazzo Zanca, compresi quelli andati in pensione nel periodo  tra il 2010 e il 2018. Secondo il sindaco, come più volte ventilato nei mesi scorsi, avrebbero percepito somme non dovute.

“Il sospetto era fondato”, scrive il sindaco che ricostruisce la complicata vicenda delle indennità di pagamento ai dirigenti comunali dando contezza delle relazioni delle relazioni del segretario e direttore generale Rossana Carrubba.

Proprio dalla relazione istruttoria del segretario, “redatta sulla scorta delle relazioni periodiche dell’OIV del Comune di Messina, si è palesemente evidenziata la non sussistenza dei presupposti per l’erogazione dell’indennità di risultato per gli anni 2010 – 2018 per un importo complessivo di circa 3,5 milioni di euro”, scrive De Luca.

Nel dare seguito alla relazione istruttoria predisposta a luglio 2019 la Carrubba ha avuto modo di verificare il valore di costituzione globale dei Fondi per la Dirigenza.

“In sostanza il Fondo per i Dirigenti per gli anni 2010-2019 era stato costituito in complessivi € 16.325 mln. (somma dei fondi anno per anno) mentre doveva essere pari ad € 12.225 mln con un risparmio di € 4.100 milioni -  spiega De Luca - Alla luce di tale differenza ed in considerazione dell’indennità di risultato per come emersa alla data di Luglio 2019 pari ad € 3,5 mln. che per effetto della riduzione dei Fondi dovrà a sua volta essere ridotta, si ritiene realistica la condizione in base alla quale i dirigenti dovranno restituire al Bilancio del Comune un importo di oltre € 1mln. Sulla scorta di tale principio per la costituzione dei Fondi per gli anni 2020-2022, già previsti nel redatto Bilancio di Previsione, l’importo complessivo € 4.656 mln. del Fondo verrà ridotto ad € 2.625 mln. con un risparmio di € 2.031 nel triennio , ovvero € 677 mila euro annui che saranno disponibili quale risorse per spesa corrente negli anni 2020-2021 e 2022”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scompare all'uscita di scuola, ore di ansia per un 13enne

  • Ritrovato dopo sei ore il 13enne scomparso

  • Tragedia a Minissale, donna muore in strada per un malore

  • Incidente stradale davanti al tribunale, avvocato travolto sulle strisce pedonali

  • Arsenale della 'ndrangheta nei fondali, maxi ritrovamento dei carabinieri subacquei di Messina

  • Operazione Nebrodi, così l'elenco di tutti gli arrestati e delle ditte sequestrate

Torna su
MessinaToday è in caricamento