rotate-mobile
Cronaca

Birra e vaccini, stop all'iniziativa. Il Garante: “Resta il grande impegno per i minori e contro il Covid”

E' durata solo un giorno la campagna associata alla bevanda artigianale. Costantino: “Aveva tutt’altro intento che incentivare l’uso dell’alcol nei giovani. Firenze e Asp hanno davvero a cuore i minori della città e stanno mettendo in campo ogni risorsa”

Annullata l’iniziativa di uno spazio nell’hub Fiera di Messina dedicato ad una birra artigianale, in occasione dell’apertura dell’ultima fase della campagna vaccinale che dà il via alle prenotazioni dai 16 anni in su.

L’idea di associare la vendita della bevanda ad un costo simbolico di 50 centesimi ha scatenato da subito reazioni contrarie anche sul fronte istituzionale. L’ultima quella della presidente della commissione Sanità all’Ars Margherita La Rocca Ruvolo che l’ha definita diseducativa e inopportuna.

E’ durata solo un giorno dunque l’iniziativa che era stata “bocciata” anche dal Garante per l’Infanzia, Fabio Costantino.

“Il commissario Alberto Firenze – spiega il garante – ha condiviso da subito le mie perplessità rappresentandomi il suo dispiace per la modalità di pubblicizzazione della campagna che aveva tutt’altro intento che incentivare l’uso dell’alcol nei giovani”.

Un inciampo che non deve fare dimenticare l’impegno dell’ufficio per l’emergenza Covid non solo nella campagna di vaccinazione.

“Il commissario Alberto Firenze e l’Asp di Messina – chiarisce il Garante a MessinaToday - hanno davvero a cuore i minori della città. Ne è prova aver affidato al servizio di psicologia, su proposta dell’Ufficio che presiedo, circa 50 psicologi che da 20 giorni lavorano in tutte le scuole della città e nei servizi di Neuropsichiatria infantile, nei consultori, nei Sert, al Tribunale dei minori e ai servizi di salute mentale di Messina e ai Presidi ospedalieri dell’azienda a Messina e in provincia”.

Un impegno destinato a continuare ancora a lungo.

“È imminente l’apertura del primo ambulatorio di Neuropsicocovid del sud Italia presso l’Asp di Messina in sinergia con il commissario, l’Asp ed il Garante – conclude Costantino - Anche l’iniziativa che ha creato qualche polemica è stata  velocemente rettificata e non posso che riconoscere al commissario e all’Asp la messa in campo di ogni risorsa per incentivare la campagna vaccinale. I giovani stanno rispondendo molto bene alla possibilità di vaccinarsi e questo non può che essere un segno di speranza perché questa brutta stagione possa chiudersi per sempre”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Birra e vaccini, stop all'iniziativa. Il Garante: “Resta il grande impegno per i minori e contro il Covid”

MessinaToday è in caricamento