rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Centro / Via Armeria

"Vos et Ipsam", l'Inps apre alla città tra inclusione e recupero della storia

Ieri l'inaugurazione del nuovo ingresso in via Armeria e la riscoperta della suggestiva terrazza di Palazzo Samonà. La sinergia dell'Istituto Previdenziale in sinergia con il Comune rivolta ai giovani e alla riscoperta delle bellezze cittadine

Inps e Palazzo Zanca insieme per parlare di inclusione e rilanciare le bellezze artistiche e paesaggistiche della città. Con queste finalità ieri, l'incantevole terrazza del Palazzo Samonà, ha ospitato “Vos et ipsam”, l'evento organizzato dalla direzione provinciale dell’Inps in sinergia con l’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Messina. Prima il taglio del nastro nel nuovo ingresso di via Armeria 1 da parte del sindaco Federico Basile e del prefetto Cosima Di Stani, seguito dalla benedizione del vescovo ausiliare monsignor Cesare Di Pietro e dall'inaugurazione della targa posta appena sopra il portone principale. Poi tutti ai piani alti del palazzo per ammirare le opere dell'artista Tommaso Giannetto in una mostra allestita negli ampi corridoi del palazzo.

Il momento clou si è raggiunto nella terrazza del palazzo Samonà dove il direttore provinciale dell'Inps, Marcello Mastrojeni, ha fatto gli onori di casa illustrando l'obiettivo dell'Istituto di promuovere un dialogo con la cittadinanza, aprendo le porte della propria sede alla città. Un punto condiviso dall'assessore ai Servizi Sociali Alessandra Calafiore, in prima linea con l’iniziativa “inclusione dei giovani”, finalizzata a sostenere con borse di studio gli studenti in difficoltà e facilitare il loro inserimento lavorativo, permesso anche dall'università di Messina con l'attivazione di 150 tirocini. Progetto per il quale Palazzo Zanca ha stanziato 16mila euro destinati all'ufficio scolastico provinciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vos et Ipsam", l'Inps apre alla città tra inclusione e recupero della storia

MessinaToday è in caricamento