Cronaca

"A modo mio" con fondi comunali? L'assessore Gallo: "Falso"

Lo spettacolo di domenica sera del sindaco De Luca oggetto di un'interrogazione urgente del consigliere Alessandro Russo. L'esponente della giunta smentisce quanto descritto dai social

Non risulta vero che sono stati comprati biglietti dal Comune da distribuire gratuitamente ai cittadini per lo spettacolo "A modo mio" del 5 settembre che vedrà sul palco anche il sindaco Cateno De Luca. Il dubbio è stato espresso in un'interrogazione urgente rivolta al primo cittadino dal consigliere del Pd Alessandro Russo. I fondi dei tagliandi - come già annunciato a luglio dal primo cittadino - andranno in beneficenza. 

Show di De Luca a Villa Dante 

Russo chiede se quanto riferito sia vero: ovvero se l'acquisto eventuale dei biglietti dello spettacolo sia stato effettuato con fondi comunali o se siano stati utilizzati altre risorse e le ragioni che avrebbero motivato - laddove l'acquisto sia stato eseguito con risorse pubbliche - la scelta di acquistare i biglietti, il capitolo di bilancio dal quale le risorse necessarie sarebbero state utilizzate e i pareri di regolarità dovuti".

Tutto smentito dall'assessore agli Spettacoli Francesco Gallo: “La notizia in base alla quale il Comune con fondi pubblici avrebbe acquistato biglietti dello spettacolo “A modo mio” in programma per il prossimo 5 settembre a Villa Dante è totalmente falsa, non può ritenersi giustificabile l’iniziativa del consigliere Alessandro Russo che si appropria di una notizia falsa, senza verificarne la fonte né il contenuto, trasformandola in una vera e propria iniziativa politica mediante interrogazione su carta intestata del Pd , chiaramente al solo scopo di infangare strumentalmente un'niziativa di beneficenza che non ha avuto e non avrà alcuna forma di sostegno finanziario da parte di quest’amministrazione - prosegue Gallo - l’esercizio delle prerogative riconosciute ai consiglieri comunali in considerazione degli effetti che producono quando vengono esercitate devono sempre essere ponderate e soprattutto motivate nel loro contenuto. Non si può interrogare il Sindaco su ogni cosa che passi per la testa ad un consigliere comunale, né si può interrogare il Sindaco su fatti e circostanze apprese dai social e non verificate".

La manifestazione, a scopo benefico, è finalizzata alla realizzazione del progetto La Casa del Musicista promosso dall’omonima associazione. Si tratta di un progetto di solidarietà a lungo termine che prevede la realizzazione di uno spazio, da qui la denominazione La Casa del Musicista, da destinare a tutti coloro che amano fare musica con l’obiettivo di promuovere l’attività tra i giovani e supportarli nelle varie fasi della produzione, dalla composizione, all’incisione sino al lancio dei brani musicali. L'associazione ha deciso di devolvere parte dell’incasso della serata alla Mensa dei poveri di Sant’Antonio e al Conservatorio Corelli di Messina per sostenere gli studi degli giovani meno abbienti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"A modo mio" con fondi comunali? L'assessore Gallo: "Falso"

MessinaToday è in caricamento