Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Omaggio al carabiniere eroe Salvatore Giuffrida, la caserma di Sant'Agata di Militello porterà il suo nome

Il 40enne comandante all’epoca della stazione di Caronia, fu ucciso il 23 novembre 1990. La richiesta dei colleghi accolta dall'amministrazione che delibera anche una piazzetta intitolata ai due giovani santagatesi prematuramente scomparsi Marco Pistone Nascone e Giuseppe Salpietro

La giunta comunale di Sant’Agata di Militello ha approvato la proposta di intitolazione della caserma che ospita la locale Compagnia dei carabinieri al maresciallo Salvatore Giuffrida, Medaglia d’Argento al Valor Militare.    

L’amministrazione ha accolto con favore ed assoluta condivisione l’iniziativa della Compagnia dei carabinieri di Sant’Agata di Militello, comunicata con nota a firma del comandante maggiore Marco Prosperi. Il compianto sottufficiale dell’Arma, nativo di Sant’Agata di Militello, 40enne comandante all’epoca della stazione di Caronia, fu ucciso il 23 novembre 1990. Quel giorno, seppur malato, non appena apprese la notizia di un’aggressione in corso a colpi di arma da fuoco nei confronti dei militari del posto fisso di Monte Soro, conoscendo i luoghi e l’autore di quel gesto, non esitò a raggiungere i colleghi. I colpi esplosi dall’uomo colpirono però mortalmente il maresciallo Giuffrida, uscito allo scoperto per coprire e consentire i soccorsi ad uno dei colleghi feriti.

La giunta municipale ha quindi sottolineato, nelle premesse della delibera, l’importanza del corpo della Compagnia dei carabinieri di Sant’Agata di Militello, che si è sempre distinto per la sua attività di tutela e mantenimento della sicurezza e ordine pubblico della cittadinanza, incarnando valori positivi e riscuotendo fiducia e apprezzamento dalla popolazione del territorio.

Con un ulteriore atto deliberativo, infine, la giunta ha approvato anche l’intitolazione della piazzetta di fronte al lato est della Piazza Madonna del Telegrafo a Marco Pistone Nascone e Giuseppe “Pippo” Salpietro, due giovani santagatesi prematuramente scomparsi. Con tale atto, l’amministrazione vuole quindi onorare la memoria dei due giovani, noti animatori della vita del quartiere Telegrafo di Sant’Agata di Militello, che si sono particolarmente distinti nel corso della loro vita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omaggio al carabiniere eroe Salvatore Giuffrida, la caserma di Sant'Agata di Militello porterà il suo nome

MessinaToday è in caricamento