Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Investì un notaio e la fidanzata e scappò via, 4 mesi di “sconto” al magrebino dalle mille identità

Riconosciuta l'attenuante sulle lesioni per l'incidente avvenuto lo scorso anno sul corso Cavour. La condanna a otto anni e al risarcimento del danno

Ha travolto un notaio e la fidanzata e poi è fuggito via. Lieve sconto di pena, quattro mesi, dalla Corte d'Appello di Messina per Redzip Dzemaili, 49 anni, difeso dall’avvocato Domenico Andrè, a fronte degli otto inflitti in primo grado l'ottobre scorso dal gup Monica Marino.

I fatti risalgono all’11 marzo 2018, quando un notaio di 40 anni e la fidanzata di 37 anni, mentre stavano attraversando la strada in corso Cavour, all'altezza di Palazzo dei Leoni, furono travolti dalla Peugeot 206, guidata dal quarantanovenne, in evidente stato psicofisico alterato, che procedeva ad altissima velocità e sulla corsia preferenziale. L'uomo, un magrebino, fu fermato in via della Zecca da un poliziotto fuori servizio.

Gli esami rivelarono che era ubriaco e sotto effetto di stupefacenti, oltre ad essere già stato fermato in passato per diversi reati, fornendo ogni volta alle forze dell’ordine false generalità. Oltre 20 i nomi falsi. Il notaio, in gravi condizioni fu trasportato, in prognosi riservata, al Policlinico, dove  lottò per settimane tra la vita e la morte. La trentasettenne, ricoverata al Papardo fu dimessa con 30 giorni di prognosi. 

La Corte d’Appello ha confermato la condanna per omissione di soccorso e lesioni gravissime, concedendogli uno sconto di pena solo per la condanna per lesioni. Riconosciuto anche il risarcimento al notaio ed alla fidanzata, entrambi parte civile e difesi dall’avvocato Salvatore Silvestro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investì un notaio e la fidanzata e scappò via, 4 mesi di “sconto” al magrebino dalle mille identità

MessinaToday è in caricamento