Decreto Ristori, in arrivo tre milioni di euro per l'approvvigionamento idrico alle Isole Eolie

I fondi alle casse comunali che devono fronteggiare costi molto elevati per rifornire gli abitanti dell'acqua. Il sindaco di Lipari: "Grazie al contributo tariffe abbassate per i residenti". La soddisfazione del M5Stelle

Sostegno alle isole minori durante la pandemia attravero i finanziamenti da investire nell'approviggionamento idrico grazie ai quali anche la tariffa sarà abbassata. Con il Decreto ristori appena approvato arriveranno 3 milioni di euro per l'anno 2021 nelle casse dei piccoli comuni eoliani. “Questo importante intervento dà la possibilità di abbassare le tariffe per la fornitura di acqua ai cittadini, recuperando così un concetto di giustizia per il costo di un servizio pubblico essenziale e, al tempo stesso, dà un ampio respiro alle nostre casse comunali”, ha dichiarato il primo cittadino di Lipari Marco Giorgianni.

Grande soddisfazione da parte della deputazione messinesi del Movimento 5 stelle promotrice dell'emendamento. “Abbiamo accolto una espressa richiesta di aiuto del sindaco di Lipari, Marco Giorgianni e, in questi mesi, ci siamo attivati in continue e costruttive interlocuzioni con il Ministero dell’Ambiente e della Salute per trovare una soluzione, individuata poi nella formulazione di questo emendamento, che ha anche la firma della mia collega senatrice Grazia D’Angelo”, ha dichiarato la senatrice messinese Barbara Floridia del Movimento 5 stelle, prima firmataria dell'emendamento. 

“Le dure ripercussioni provocate dalla pandemia sono state ancora più pesanti in contesti come quelli delle Isole Minori dove le maggiori risorse degli Enti Locali provengono dal turismo, settore che più di tutti ha pagato, e continua a pagare, il caro prezzo delle restrizioni. Consapevoli di ciò abbiamo ritenuto necessario intervenire per assicurare la capacità economica nell'approvvigionamento dell'acqua, bene niente affatto scontato sulle piccole isole come le Eolie, in provincia di Messina”, ha aggiunto il deputato Francesco D'Uva. 

“L’acqua è e deve essere un bene pubblico essenziale, non vogliamo che diventi in territori come le isole minori un bene di lusso per le difficoltà di approvvigionamento e soprattutto di gestione. In questi comuni,  come le nostre Isole Eolie, l’acqua soprattutto nei periodi estivi viene acquistata a caro prezzo e in un periodo come quello che stiamo passando per via del Covid rappresenta un costo molto elevato per le casse comunali. Grazie a questo emendamento adesso verranno trasferiti, a seguito di un ulteriore decreto che verrà emanato dal ministero degli interni entro 60 giorni, 3 milioni di euro a tutti i comuni delle isole minori affinché possano sia abbattere le spese sostenute, e coperte dai cittadini, per l’approvvigionamento idrico sia alleggerire un po’ le asfittiche casse comunali di questi “piccoli” ma importanti enti. Ci tengo inoltre a ringraziare tutti i miei colleghi per l’ottimo lavoro svolto su questo particolare e molto sentito tema”, ha dichiarato il Sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze Alessio Villarosa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: tutta la Sicilia sarà "zona rossa", 380 casi a Messina e 3 decessi

  • Messina zona rossa, dietrofront del sindaco: “Revoco l'ordinanza, nessuna collaborazione sui rifiuti speciali”

  • Zona rossa alla De Luca dal 18 al 28 gennaio, la nuova ordinanza: sospeso l'asporto e chiuse le scuole

  • Messina zona rossa, da venerdì ulteriori restrizioni per negozi e servizi

  • "L'ordinanza non sarà modificata", la Musolino risponde anche su barbieri e mercati che rischiano sanzioni

  • Insulti su fb per il cacciatore morto, Rizzo: "Troppa cattiveria, siamo vicini alla famiglia"

Torna su
MessinaToday è in caricamento