Coronavirus, alle Isole Eolie non arrivano pane e altri generi di prima necessità

Secondo il decreto i mezzi di linea veloci non possono imbarcare anche piccoli colli senza l'accompagnamento di un passeggero. Anche se la società di navigazione è disponibile al trasporto dei rifornimenti essenziali serve l'autorizzazione del Prefetto

Ad Alicudi, Filicudi e Ginostra non arrivano i beni di prima necessità. A segnalare il disagio è il consigliere comunale Gianluca Giuffè che ha chiesto al Prefetto una deroga al provvedimento ministeriale per consentire ai mezzi di linea veloce il trasporto dei beni primari soprattutto in favore dei punti più remoti dove le grandi navi non giungono con regolarità. Nelle isole più piccole non esistono, infatti, panifici e la cittadinanza rischia di rimanere per giorni senza pane "perché i comandanti dei mezzi, seguendo alla lettera le disposizioni, non ne consentono l’imbarco", spiega il consigliere in una nota. "La società di navigazione (Liberty Lines), che garantisce i collegamenti, è disponibile al trasporto di piccoli colli, specie del pane, ma ovviamente vuole essere autorizzata. Tutto ciò accade - spiega ancora il consigliere - in un momento in cui viene chiesto ai cittadini di limitare gli spostamenti a causa del Covid. Un paradosso al quale bisogna porre rimedio. Come fare per ricevere pane, latte e altri beni essenziali?". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Non ci sono bombole, malata di Covid rischia la vita: il medico del 118 denuncia tutto ai carabinieri

  • Scuole e coronavirus, Comune attacca ancora l'Asp: proroga della chiusura non improbabile

Torna su
MessinaToday è in caricamento