Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

L'autorità portuale apre la rada S. Francesco a una nuova compagnia di traghettamento

L'attuale concessione della Caronte&Tourist è in scadenza. Il nuovo bando triennale per la gestione del servizio rivolto ad altri armatori. Intanto l'apertura di Tremestieri slitta al 2023. M5s: "La concorrenza sia valore a vantaggio dei cittadini"

Aprire la gestione della rada San Francesco alla partecipazione di due armatori per migliorare i servizi e incrementare le corse dei traghetti. Questa la finalità con cui l'autorità portuale di Messina ha deciso di aprire il bando per la gestione triennale della concessione degli imbarchi a un altro operatore del servizio, oltre a Caronte&Tourist, la cui concessione è in scadenza. L'obiettivo è quello di garantire una concorrenza leale e migliorare i trasporti sullo Stretto. Il completamento del porto di Tremestieri, reale possibilità per la città di far defluire il traffico lontano dal centro abitato, sarebbe stato spostato al 2023. Per questo l'autorità punta a sfruttare al meglio i terminal già presenti attualmente sottoutilizzati per carenza di armatori. I due bandi europei permetterebbero infatti la suddividere in due lotti della rada San Francesco garantendo così la presenza dei due vettori nei trasferimenti dello Stretto.

A esprimersi favorevolmente in merito a questa decisione sono i portavoce messinesi del MoVimento 5 Stelle Francesco D’Uva, Antonella Papiro, Barbara Florida, Grazia D’Angelo, Valentina Zafarana e Antonio De Luca. “Da sempre - spiegano - il MoVimento 5 Stelle auspica che anche sullo Stretto di Messina si possano rendere i servizi di trasporto il più efficiente possibile ad un minor costo. Tale meta può essere raggiunta in modo più veloce favorendo la concorrenza tra più operatori del mercato”. E concludono: “Siamo contenti della sensibilità e dell’attenzione che il presidente dell’Adsp Mario Mega ha manifestato rispetto a questo tema così fondamentale per lo Stretto. In tale direzione ci auguriamo che la partecipazione ai bandi sia ampia e che sia le compagnie private che quelle pubbliche manifestino la loro adesione senza mai perdere il principale obiettivo: arrecare vantaggi tangibili per tutti i cittadini”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'autorità portuale apre la rada S. Francesco a una nuova compagnia di traghettamento

MessinaToday è in caricamento