Cronaca

Il piccolo Jad morto a 4 mesi, esposto in procura dell'associazione Codici: "Chiarezza sui soccorsi in ospedale"

Attenzione puntata sul primo ricovero al Fogliani di Milazzo in seguito a una caduta accidentale. La salma del piccolo si trova all'obitorio del Policlinico ed è a disposizione dell’autorità giudiziaria che disporrà oggi stesso l’esame autoptico

“Desideriamo esprimere la nostra più profonda vicinanza e il nostro cordoglio ai genitori e a tutta la famiglia del piccolo barcellonese scomparso tragicamente venerdì notte. Nessuna parola potrà lenire il loro dolore, ma come Movimento Città Aperta daremo tutto il nostro sostegno affinché venga chiarita al più presto la dinamica del decesso e vengano individuate, qualora presenti, le responsabilità di terzi”.

E’ la solidarietà che arriva dal Movimento Città Aperta alla famiglia del bambino morto nella notte tra venerdì e sanato per emorragia cerebrale a soli quattro mesi in seguito ad una caduta accidentale sulla quale sta indagando la Procura di Barcellona Pozzo di Gotto.

Una tragedia per l’intera comunità che ha destato particolare sgomento e dolore.

La famiglia del piccolo Jad, di origini tunisine, è ben integrata nel tessuto sociale barcellonese e sta potendo contare anche sul sostegno della comunità tunisina e del suo Imam. L’invito è adesso a fare chiarezza prima possibile sulla vicenda e su eventuali responsabilità di terzi. Le indagini infatti dovranno far luce anche sulla dinamica dei soccorsi e documentazione clinica è stata acquisita sia al Fogliani di Milazzo che al Policlinico di Messina.

Il bimbo era stato portato immediatamente al Pronto soccorso dell’ospedale di Milazzo, dopo la caduta avvenuta a casa. I sanitari non hanno ritenuto necessario il ricovero e hanno dimesso il bambino che però ha continuato a piangere manifestando il suo malessere. I genitori lo hanno riportato dunque poche ore dopo in ospedale e da lì la corsa direttamente al reparto di neurochirurgia del Policlinico di Messina dove, dopo la tac, è stato operato con urgenza. Ma per Jad, uscito dalla sala operatoria e portato in terapia intensiva pediatrica, non c’è stato nulla da fare. E' morto dopo un paio d'ore.

La salma del piccolo si trova all'obitorio del Policlinico ed è a disposizione dell’autorità giudiziaria che dovrebbe disporre oggi stesso l’esame autoptico. 

"Tante supposizioni, molti dubbi ma una certezza atroce. Un bimbo di 4 mesi è morto sabato scorso al Policlinico di Messina per un’emorragia celebrale. A causarla sarebbe stata una caduta accidentale in casa, ma il motivo delle indagini avviate dalla Procura e dell’esposto presentato dall’associazione Codici sono le dimissioni dopo il primo ricovero in ospedale", si legge oggi in una nota di Codici, il Centro per i diritti del Cittadino.

“Ci sono degli aspetti da chiarire – dichiara Ivano Giacomelli, segretario nazionale – e per questa ragione abbiamo deciso di intervenire con un esposto in Procura. Da anni ci occupiamo di malasanità. Non è possibile dire se si tratti di un nuovo caso, di sicuro bisogna approfondire la vicenda, soprattutto per quanto riguarda il primo ricovero. C’è da fare chiarezza sui soccorsi, se ci sono stati ritardi o omissioni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il piccolo Jad morto a 4 mesi, esposto in procura dell'associazione Codici: "Chiarezza sui soccorsi in ospedale"
MessinaToday è in caricamento