menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Terapia Intensiva del Piemonte verso la gestione del Policlinico, decisione in corso: insorge la Uil Fpl

Il sindacato critica l'ipotesi di una convenzione che farebbe passare l'unità operativa al Policlinico universitario, nel finesettimana si terrà un incontro

La Terapia Intensiva dell'ospedale Piemonte affidata al Policlinico. Non c'è ancora nero su bianco perché se ne discuterà tra i vertici sanitari nel finesettimana prima delle decisioni definitive. Il caso è stato sollevato dalla Uil Fpl che parla di convenzione in una nota indirizzata al direttore generale dell'Irccs Neurolesi-Piemonte da Pippo Calapai, Alessio Currò, Maurizio Celona e Nino Nunnari, rispettivamente segretario generale, responsabile provinciale e segretari aziendali della Uil-Fpl Messina. Secondo il sindacato l'accordo avrebbe violato l'istituto contrattuale del confronto con le organizzazioni sindacali, la Uil chiede notizie immediate sulla vicenda. "Non vorremmo minimamente immaginare che tale affidamento di gestione di attività a favore di un altro Ente, che ha di fatto disconosciuto tutte le professionalità interne, che avrebbero potuto benissimo gestire la direzione dell’Unità operativa di Terapia
Intensiva - scrive la Uil federazione Poteri Locali - possa essere il preludio di una consegna del Presidio Piemonte ad altri soggetti probabilmente interessati. Tale eventuale disegno sarebbe sicuramente devastanti per la città di Messina. Si chiede inoltre, copia della bozza del protocollo d’intesa, che codesta amministrazione intenderebbe sottoscrivere con l’Università di Messina". A inizio mese la ribellione dei sindacati sull'ipotesi di trasformazione del Policlinico universitario in Irccs, Istituto di ricerca scientifica. 

Trasformazione di Policlinico in Irccs

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento