Ai domiciliari, evade e scassina bar in città: fallisce il colpo in altri due esercizi commerciali

In carcere il 24enne Claudio Viti dopo un rocambolesco inseguimento. La ricostruzione dei singoli episodi delittuosi grazie alla visione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza

Evasione, furto aggravato, tentato furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Sono le accuse al 24enne Claudio Viti, deferito in stato di libertà per i reati di ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

Il giovane  è stato arrestato ieri, nel primo pomeriggio, in flagranza di reato, dai poliziotti delle Volanti. Claudio Viti ha inizialmente provato a forzare la saracinesca di un bar pasticceria in via Guicciardini; ma, fallita la manovra, ha cambiato obiettivo mettendo a segno il primo colpo in un bar di via Manzoni di cui ha sollevato la saracinesca, manomettendo il sistema di sollevamento elettrico, e poi sfondato la vetrata d’ingresso. All’interno del locale è riuscito ad impossessarsi del cassetto del registratore di cassa contenente 7,96 euro e di alcuni gelati.

Ha infine forzato la saracinesca di un terzo esercizio commerciale, un panificio poco distante, ma è stato interrotto dall’arrivo delle Volanti allertate dalla segnalazione fatta da un cittadino.

Il malvivente ha tentato una rocambolesca e pericolosa fuga a bordo di uno scooter - successivamente risultato rubato – al termine della quale è rovinosamente caduto a terra riportando lesioni giudicate guaribili in 6 giorni. Aveva ancora nella tasca del pantaloncino il giravite verosimilmente utilizzato per forzare l’ingresso degli esercizi commerciali presi di mira, le monete rubate ed evidenti tracce di gelato sullo scooter.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La ricostruzione dei singoli episodi delittuosi grazie alla visione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza presenti nell’area interessata. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria il ladro è stato trasferito in carcere. Il cassetto del registratore di cassa è stato abbandonato durante la fuga, poi recuperato e riconsegnato  con le monete recuperate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brigata Aosta nello sconforto per la morte del militare, indagini a tutto campo a Capo d'Orlando

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • Tragedia sfiorata in via Jaci, soccorso un uomo che ha tentato il suicidio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento