Disastro ambientale a Ganzirri: ecco come si naviga tra liquami fognari e rifiuti

Da riserva naturale protetta a fogna a cielo aperto. Il video realizzato a bordo di una canoa mostra le gravi condizioni del bacino dove si coltivano ancora le cozze

Basta un'escursione in canoa per comprendere le drammatiche condizioni in cui versa il lago di Ganzirri. 

Un vero e proprio disastro ambientale all'interno di un'area che sulla carta andrebbe vincolata e protetta per la sue peculiarità naturalistiche. Invece, il lago è una fogna a cielo aperto, umiliato da centinaia di rifiuti e dagli scarichi abusivi dei residence privati posti nelle vicinanze

Il video mostra la canoa navigare tra liquami fognari e ampie chiazze oleose mentre qualcuno si ostina a pescare o a bagnarsi i piedi incurante dei rischi sanitari. 

Il grave inquinamento è stato certificato anche dalle analisi effettuate nei giorni scorsi da Arpa e polizia municipale. In particolare è emerso che la quantità di colibatteri è aumentata rispetto al mese di agosto sfiorando le 78mila unità.

L'amministrazione sta puntando i riflettori  sul collegamento tra il pozzetto delle acque meteoriche del Residence sui Laghi, una serie di alloggi a schiera, e lo scarico che si riserva nelle acque lacustri della Riserva gestita di competenza della Città Metropolitana. 
 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Disastro ambientale a Ganzirri: ecco come si naviga tra liquami fognari e rifiuti

MessinaToday è in caricamento