rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca Terme Vigliatore

Braccianti sfruttati da caporalato e lavoro nero, nasce uno sportello per aiutarli

L'iniziativa dell'associazione Penelope di Terme Vigliatore. Il punto d'ascolto è rivolto soprattutto ai migranti che vivono nella zona tirrenica

L'associazione Penelope. Coordinamento solidarietà sociale onlus,nell'ambito del progetto Nuvole r/evolution, finanziato dal Dipartimento Pari Opportunità, potenzia i propri servizi, già attivi sul territorio del comprensorio di Barcellona Pozzo di Gotto, offrendo ai migranti vittime di fenomeni di grave sfruttamento un nuovo punto di ascolto, accoglienza, assistenza legale e inclusione sociale, presso il Comune di terme Vigliatore.

Lo sportello permette ai migranti che si trovino in condizioni di grave sfruttamento di accedere ai percorsi di regolarizzazione previsti dalla legge e accedere ad appositi programmi di protezione sociale, gestiti dall'associazione, che garantiscono alle vittime di essere accolte, accompagnate nel percorso giudiziario di denuncia, di regolarizzare la propria posizione attraverso il rilascio di un permesso di soggiorno in quanto vittime di sfruttamento lavorativo, nonché di essere accompagnati nell'inserimento socio-lavorativo e in percorsi di autonomia sociale. I migranti, specie se irregolari, si trovano di fatti in una situazione di ricattabilità che li rende altamente vulnerabili e a rischio di sfruttamento a scopo lavorativo da parte di aziende che vogliono ridurre i propri costi e ottimizzare i propri profitti, In ciò aiutati spesso da un sistema di intermediazione illecita (caporalato) di cui c'é traccia e segnali anche sul territorio del comprensorio tirrenico.

All'inaugurazione, oltre agli amministratori del Comune di Terme Vigliatore, partner del progetto Nuvole r/evolution, sono stati invitati gli amministratori degli altri comuni del Distretto socio-sanitario D26 di Barcellona Pozzo di Gotto, il Distretto Sanitario, le Forze dell'Ordine e la Procura di Barcellona Pozzo di Gotto, le aziende florivivaistiche; le forze sociali e sindacali; le strutture di accoglienza per migranti presenti sul territorio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Braccianti sfruttati da caporalato e lavoro nero, nasce uno sportello per aiutarli

MessinaToday è in caricamento