Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Barcellona Pozzo di Gotto

Videogiochi senza licenza e dipendenti in nero, stangata per il gestore di un circolo privato

I controlli di carabinieri e Ispettorato del Lavoro nei locali di un'associazione sportiva di Barcellona Pozzo di Gotto. Disposta la chiusura dell'attività

Dipendenti in nero e sette videogiochi, risultati irregolari poiché privi di licenza. E' quanto hanno scoperto i carabinieri all'interno di un circolo privato ospitante un'associazione sportiva dilettantistica di Barcellona Pozzo di Gotto, durante i controlli insieme al nucleo Ispettorato del Lavoro di Messina. I militari hanno riscontrato gravi inosservanze delle norme in materia di lavoro e violazioni di leggi e regolamenti fiscali, denunciando in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica il titolare del circolo, un cinquantenne, nei confronti del quale sono state elevate le sanzioni previste per le violazioni della specifica normativa.

In particolare per le violazioni in materia di lavoro sono state contestate ammende per un totale di oltre 56mila euro nonché violazioni di carattere amministrativo per un totale di poco più di 30 mila euro, per avere assunto senza regolare contratto di lavoro due cittadini di nazionalità kosovara, irregolari sul
territorio nazionale e sprovvisti di documenti di riconoscimento. Nel corso del medesimo controllo sono state rinvenute sette apparecchiature per videogiochi, risultate irregolari poiché non era stata richiesta ed ottenuta la preventiva e specifica licenza per l’esercizio di sala giochi. Gli apparati sono stati sequestrati e saranno sottoposti a verifica con la collaborazione di personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato, al fine di verificarne anche la compatibilità tecnica con le norme in vigore.

Al termine dei controlli, in conseguenza delle irregolarità riscontrate è stata disposta la chiusura del circolo privato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Videogiochi senza licenza e dipendenti in nero, stangata per il gestore di un circolo privato

MessinaToday è in caricamento