Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Spadafora

Carenza di aule, studenti del Galilei di Spadafora in subbuglio: le proposte del sindaco Venuto

I ragazzi hanno manifestato all'ingresso del Palazzo comunale, il primo cittadino attende risposte dalla Città Metropolitana. Disagi pure al Comprensivo che ha richiesto gli stessi spazi

E' uno dei casi più spinosi in provincia. Ieri gli studenti del liceo scientifico Galilei di Spadafora hanno manifestato al Comune per la carenza di aule. Il sindaco Tania Venuto attende una risposta dal collega della Città Metropolitana Cateno De Luca, in una nota ha scritto che lo stato di agitazione dei ragazzi dev'essere rivolto all'ex Provincia e non all'ente comunale. Il Comune di Spadafora ha già proposto oltre alle aule del primo piano di concedere anche tutti i locali del piano seminterrato del Gabelli per le ore antimeridiane insieme a tutto l'edificio scolastico Don Orione che potrà essere utilizzato previa ristrutturazione dell'immobile. Pure gli spazi del Laboratorio Forma possono essere utilizzati per attività didattiche. "E' evidente - scrive il sindaco - che le stesse esigenze di nuovi spazi per l'emergenza Covid-19 invocate dal liceo scientifico sono state avanzate anche e giustamente dall'Istituto comprensivo, per cui i locali del piano rialzato del plesso Gabelli sono stati richiesti dal Comprensivo per lo svolgimento delle proprie attività didattiche". Il primo cittadino ha richiesto un Tavolo tecnico alla Città Metropolitana dove si possano definire gli accordi per gli spazi comunali in uso al liceo scientifico. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di aule, studenti del Galilei di Spadafora in subbuglio: le proposte del sindaco Venuto

MessinaToday è in caricamento