rotate-mobile
Cronaca Pace del Mela

"Mia figlia non respira bene e ha il diabete ma la visita è fra otto mesi", il caso di Lara e la vergogna delle liste d'attesa

La denuncia della mamma Angela Musumeci Bianchetti, già consigliere comunale a Pace del Mela: "Tantissimi pazienti vivono questo incubo, la sanità siciliana è allo sfascio totale"

Una visita diabetologica per la figlia fissata a gennaio del 2025. Una piaga sociale quella delle lunghe liste d’attesa nella sanità.

A denunciare ancora una volta disagi incompatibili con le esigenze dei cittadini è Angela Musumeci Bianchetti, già consigliere comunale a Pace del Mela e mamma di una ragazzina affetta dalla sindrome di down. Già in passato Bianchetti ha portato avanti numerose battaglie sui temi della salute e contro l’inquinamento. episodi sul tema della sanità.

“Chi di voi non conosce mia figlia Lara? - scrive Bianchetti - chi di voi non ha ricevuto da lei un sorriso, un bacio, un abbraccio affettuoso. Lara abita a Pace del Mela ed è una ragazza affetta dalla sindrome di Down. Da quando è arrivata al mondo, ho cercato con tutto il mio amore e con l’enorme aiuto dei medici e di terapisti, di migliorare la sua situazione. In tutti questi anni, ho sempre sperato e pregato tanto di riuscire a superare i momenti difficili. Il cammino verso il suo inserimento nella società è stato pieno di ostacoli, affrontati insieme, e sempre con coraggio. Giorno dopo giorno, ogni suo piccolo progresso è stato per me motivo di immensa gioia. I costanti miglioramenti di Lara, mi hanno dato la forza di andare avanti, di combattere, di non arrendermi mai”.

“Lara ha grossi problemi di respirazione, infatti per evitare che vada in apnea la notte utilizza la maschera con l'ossigeno, è diabetica e gli somministro 3 volte al giorno l'insulina. Giorno 10 maggio ho chiamato il numero verde per una visita diebetologica per il rinnovo del piano terapeutico con la prescrizione degli aghi per la somministrazione dell'insulina e le striscette reattive per il controllo quotidiano della glicemia, ma l'appuntamento mi è stato fissato per il 25 gennaio 2025, come Lara tantissimi pazienti vivono questo incubo, la sanità siciliana è allo sfascio totale, a quale Santo dobbiamo rivolgerci noi poveri cittadini? Aspettando che qualcuno ci aiuti e dia risposte positive a noi pazienti”.

Nei giorni scorsi la Regione ha definito l'accordo tra Regione Siciliana e privati convenzionati per distribuire le risorse, a valere sul 2024, e contribuire a potenziare l'offerta delle prestazioni ambulatoriali per ridurre le liste d'attesa e anche l’Asp di Messina ha annunciato un piano per dimezzare tempi inaccettabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mia figlia non respira bene e ha il diabete ma la visita è fra otto mesi", il caso di Lara e la vergogna delle liste d'attesa

MessinaToday è in caricamento