Cronaca

Lite fra familiari, pestato e investito da un furgone: 60enne in condizioni gravi all'ospedale Papardo

Si tratta di L.V., originario di Canicattì, brutalmente ferito da L.L. in seguito a un alterco per una osteggiata relazione sentimentale tra alcuni loro prossimi congiunti

Il gip di Agrigento Luisa Turco, su richiesta del pm Paola Vetro, ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di L.L. di 75 anni da Canicattì, con l'accusa di tentato omicidio nei confronti di L.V. di 60 anni. Il delitto, "scaturito da banali motivi legati ad una osteggiata relazione sentimentale tra alcuni loro prossimi congiunti, è stato commesso domenica scorsa in Canicattì con modalità particolarmente efferate", spiegano gli inquirenti.

La vittima infatti è stata prima pesantemente pestata con un bastone e successivamente investita con un furgone. Attualmente lotta fra la vita e la morte presso l'ospedale Papardo di Messina. La Procura di Agrigento, diretta da Luigi Patronaggio, coadiuvato dal pm Vetro, sta monitorando le condizioni di salute della vittima e sta conducendo "pregnanti attività di indagine per disvelare i contorni della vicenda per certi versi ancora oscuri". L'ordinanza è stata eseguita da personale del Commissariato di Canicattì. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite fra familiari, pestato e investito da un furgone: 60enne in condizioni gravi all'ospedale Papardo

MessinaToday è in caricamento