rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca

Il valzer dei comandanti, la guida della polizia metropolitana in bilico: l'ex dirigente Lo Presti si rivolge al Tar

La nomina di Giovanni Giardina a capo degli agenti provinciali porterà l'ufficiale a presentare un secondo ricorso dopo il primo già consegnato lo scorso mese sulla mancata assunzione a tempo indeterminato. Con queste motivazioni

La nomina di Giovanni Giardina a comandante della polizia metropolitana resta in bilico. L'ex comandante Daniele Lo Presti ha annunciato che presenterà ricorso impugnando la nomina del sindaco Basile ufficializzata ieri. Lo Presti ha già consegnato al Tar un'altra opposizione, lo scorso mese, sul silenzio dell'amministrazione metropolitana alla richiesta di assunzione a tempo indeterminato all'ente di Corso Cavour secondo l'articolo 6 del decreto legge 36 del 2022 che consentiva a chi era in comando di poter ottenere un contratto duraturo come dipendente pubblico. Istanza avanzata nel novembre scorso a Basile un mese prima della scadenza del mandato da comandante. Ma gli uffici non risposero a Lo Presti che a fine dicembre è rientrato al Comune di Taormina da dove proveniva e da dove lo aveva scelto e trasferito a Messina l'ex sindaco Cateno De Luca. 

Giardina nuovo comandante della Metropolitana 

Lo Presti non si spiega come mai Basile non abbia risposto alla sua istanza rispetto alle undici assunzioni nella polizia municipale di Messina - secondo quanto riferito dall'ex comandante - avvenute con la stessa disposizione di legge. 

Lo Presti nel gennaio 2022 aveva assunto l'incarico di vertice della polizia metropolitana dopo l'inchiesta giudiziaria che aveva coinvolto l'ex comandante Antonio Triolo che nel dicembre 2021 era stato arrestato nell'inchiesta sul presunto giro di corruzione tra vigili dell'ex Provincia e del Comune di Letojanni sul ripristino delle strade comunali dopo gli incidenti stradali. A fine mese Lo Presti è candidato a ricoprire il ruolo di comandante della polizia municipale di Taormina, comune dove l'ex primo cittadino di Messina De Luca sarà impegnato alle elezioni, ma non intende indietreggiare sull'ipotesi di "tornare" a Messina da assunto a tempo indeterminato.  

In questo valzer di comandi e comandanti alla polizia municipale di Messina pare avviato verso la sostituzione il comandante Stefano Blasco che vedrà il mandato scaduto a fine aprile. I consiglieri di Ora Sicilia hanno richiesto al sindaco Basile la sua riconferma. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il valzer dei comandanti, la guida della polizia metropolitana in bilico: l'ex dirigente Lo Presti si rivolge al Tar

MessinaToday è in caricamento