rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca

Lascia Messina per Sulmona, poi chiama i carabinieri: "Arrestatemi"

Il gesto di un 38enne condannato per mafia. Adesso per lui si sono aperte le porte del carcere

Lascia Messina per raggiungere Sulmona, poi chiama i carabinieri e chiede di essere arrestato. Protagonista un 38enne che nella tarda serata di ieri si è consegnato ai militari dell'Arma dicendo di essere stato condannato in via definitiva per reati di mafia e che per questo dovrà scontare il carcere. La pattuglia, incaricata degli accertamenti, ha raggiunto l'uomo in un luogo preciso della città e, dopo l'esatta identificazione, ha accertato con certezza che sul 38enne, di origini siciliane, pende un provvedimento di esecuzione della pena a 8 anni di reclusione per fatti di mafia accaduti in Sicilia tra gli anni 2012 e 2019.

Lo stesso provvedimento, emesso dalla procura generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Messina, stabilisce anche il ricalcolo della pena residua a poco più di 7anni, per la quale il condannato affronterà il carcere. Difatti l'uomo, nella stessa serata e dopo aver ricevuto la notifica degli atti che lo hanno riguardato, è stato arrestato e condotto al carcere di massima sicurezza di Sulmona. Le autorità che hanno impartito l'ordine di esecuzione della pena sono state immediatamente informate dal nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lascia Messina per Sulmona, poi chiama i carabinieri: "Arrestatemi"

MessinaToday è in caricamento