Cronaca

Maltempo e trasporti in tilt, chiesto lo stato di calamità

La richiesta del M5Stelle al governo regionale in modo tale da poter avviare l'iter con il governo. Il sottosegretario Villarosa: “Lavoriamo insieme per la sicurezza e la salvaguardia dei cittadini”

Si fa già la conta per i danni causati dal maltempo negli ultimi due giorni fra coste flagellate e trasporti in tilt. Il M5Stelle ha chiesto alla Regione di attivarsi per deliberare lo Stato di Calamità sul territorio messinese e richiedere lo Stato di Emergenza al Governo nazionale.

“Lavoriamo insieme – sottolinea il sottosegretario Alessio Villarosa - per la sicurezza e la salvaguardia dei cittadini colpiti dalle numerose mareggiate e raffiche di vento che in questi giorni hanno bloccato la circolazione dei treni nella tratta messinese e distrutto strade, imprese e case. La Regione sia precisa, puntuale e veloce nel fare quanto di competenza e richiedere al Governo nazionale un intervento concreto che seguiremo personalmente affinché tutti i passaggi siano svolti nel minor tempo possibile.”

“Prevenzione! È la parola d’ordine. – interviene anche la deputata orlandina Antonella Papiro – bisogna agire con responsabilità e lungimiranza affinchè la prevenzione sia sempre al primo posto. Non è più ammissibile continuare ad agire in emergenza. La salvaguardia della costa deve partire dal rispetto dell’ambiente.”

“Chiediamo che il Governo Musumeci si attivi fin da subito – chiosano i portavoce regionali Antonio De Luca e Valentina Zafarana -  affichè venga svolto con la massima sollecitudine l’iter per la delibera di Stato di Calamità già richiesto da alcuni comuni della zona tirrenica colpiti da forti mareggiate che hanno distrutto praticamente tutto il litorale e possa essere così trasmessa tutto al Governo nazionale dove i nostri colleghi potranno sostenerla in seno alla Presidenza del Consiglio dei ministri.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo e trasporti in tilt, chiesto lo stato di calamità

MessinaToday è in caricamento