rotate-mobile
Cronaca

Picchia e minaccia di morte la compagna, poi installa una telecamera per controllarla: arrestato dalla polizia

In manette un 40enne dopo l'intervento degli agenti delle Volanti. Le violenze avvenute anche alla presenza dei figli minorenni della donna. A denunciare la stessa vittima

Botte e ripetute minacce di morte alla compagna e perfino una telecamera per controllarne gli spostamenti. Per questo motivo la polizia ha arrestato un 40enne messinese su cui pesano gravi indizi di colpevolezza. L'uomo è stato fermato dagli agenti delle Volanti, intervenuti dopo la denuncia della stessa vittima. Le violenze, così come ricostruito, sarebbero avvenute anche alla presenza dei figli minorenni della donna.

Dai primi accertamenti, coordinati dalla Procura, sono emerse ripetute e reiterate violenze fisiche e psicologiche che la donna avrebbe patito nel corso della relazione sentimentale. In particolare, si sarebbero registrati plurimi episodi di particolare gravità, persino alla presenza di figli minori, dovuti ad un’insana gelosia ed all’uso di sostanze stupefacenti da parte del quarantenne.

In uno di questi episodi, l’uomo avrebbe procurato alla compagna una frattura alla mano, mentre in altre circostanze l’avrebbe minacciata di morte, limitandole fortemente la libertà personale, anche installando in casa una telecamera con controllo da remoto attraverso il telefono cellulare.

Infine, in occasione dell’ultimo episodio, che ha avuto luogo nei primi giorni dello scorso mese di maggio, la vittima ha finalmente trovato il coraggio di chiamare il numero unico di emergenza 112, così consentendo l’intervento dei poliziotti delle Volanti che hanno dato inizio ai necessari approfondimenti da cui è scaturita la misura successivamente adottata dall’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia e minaccia di morte la compagna, poi installa una telecamera per controllarla: arrestato dalla polizia

MessinaToday è in caricamento