menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Funerali del commercio messinese, la "celebrazione" in piazza per tutti gli imprenditori colpiti dal covid

La manifestazione organizzata dall'ex consigliere comunale Daniele Zuccarello, insieme agli imprenditori Lino Santoro e Dany Anna. Una bara fra i partecipanti per raffigurare la morte dell'imprenditoria messinese e l'abbandono del governo verso tantissime categorie di commercianti

Tasse da pagare, affitto, bollette. Per tanti negozi e attività la pandemia ha dato il colpo di grazia. A Messina la situazione, aggravata dalle ulteriori misure di contrasto al covid, hanno decimato l'imprenditoria portando alla chiusura di molte attività. A essere maggiormente penalizzati sono stati palestre, bar, ristoranti, teatri, ambulanti. Molti di questi non hanno ricevuto i contributi spiegati da parte del governo e si trovano a dover comunque pagare le tasse e tutti i canoni, con lo spettro della chiusura sempre più presente e l'impossibilità di guadagno. 

A rappresentare la situazione dei commercianti una manifestazione a Piazza Municipio, organizzata questa mattina dell'ex consigliere comunale Santi Zuccarello, insieme ai commercianti Lino Santoro e Danny Anna. La "celebrazione" in Piazza è stata dedicata agli imprenditori che si sono tolti la vita per la crisi economica derivata dall'emergenza sanitaria. A loro è stato dedicato nel corso dell'evento anche un minuto di silenzio. 

"Non una classica manifestazione ma una cerimonia - ha spiegato Zuccarello - Non vogliamo mancare di rispetto a nessuno né tanto meno non tenere conto di chi è morto per il covid, ma vogliamo ricordare anche  gli amici imprenditori che si sono tolti la vita perché la pandemia ha colpito anche in maniera indiretta. Il nostro ricordo va alle persone che per solitudine hanno scelto il suicidio e a quegli imprenditori che hanno rinunciato a ciò che hanno costruito non riuscendo più a sfamare nemmeno le loro famiglie e i figli". 

A simboleggiare il "lutto" in piazza anche una bara, ricoperta da un lenzuolo bianco dipinto dall'artista Alessia Oliveri con l'icona della città di Messina e con i nomi delle categorie di cui sono stati "celebrati" oggi i funerali. "In Italia si sono tolti la vita 71 imprenditori, mentre hanno tentato il suicidio altri 50 di loro", ha aggiunto ancora Zuccarello

Una riflessione è stata fatta riguardo la situazione economica messinese, gravata ancor di più dalle misure restrittive della zona "ultrarossa". "L''imprenditore sta morendo ed è grazie alle sue tasse che si muove l'economia - ha ribadito Zuccarello - La crisi ha riguardato in circuito tutti, ma il governo si è totalmente dimenticato di tantissime categorie. Non chiediamo la normalità perché sappiamo che è impossibile ma chiediamo che ci siano comunque nuove aperture, allungamenti orari e sicurezza per tornare a far lavorare tutti". 

Nel corso della manifestazione sono intervenuti anche gli altri organizzatori e alcuni rappresentanti delle categorie presenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Parità di genere, musica e confronto in diretta streaming

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento