Venerdì, 24 Settembre 2021

VIDEO | "Nemo Sud non si tocca", Messina si mobilita contro la chiusura del centro

Il sit-in davanti alla Prefettura organizzato dalla Uil. Sindacati, operatori, familiari, pazienti, politici e rappresentati delle istituzioni per dare un segnale forte alla Regione che in queste ore deciderà del futuro della struttura

"Giocare sulla salute delle persone affette da patologie di questo tipo è odioso e rappresenta uno spregio per tutta la società messinese". Questo è il senso del sit-in organizzato questa mattina di fronte alla prefettura dalla Uil espresse dal segretario generale del sindacato di Messina Ivan Tripodi che in giornata incontrerà il Prefetto per presentare la questione. Una manifestazione che ha dato voce ai 55 operatori, ai pazienti, ai familiari e a tutte le forze politiche e istituzionali che si stanno mobilitando in questi giorni per chiedere una soluzione contro la chiusura del centro. 

"Nemo è la nostra casa", le lacrime e la rabbia degli operatori e dei familiari dei pazienti

Mentre a Palermo si sta facendo una lotta contro il tempo per trovare una soluzione tampone, restano senza certezze i 55 lavoratori del Nemo Sud e i 5 mila pazienti in cura, che dal 30 giugno in poi rischiano di rimanere per strada. Sfumata l'ipotesi di un trasferimento all'ospedale Papardo prende quota l'idea di un trasloco ai Neurolesi, ma si attende l'esito dei lavori dell'assessorato regionale alla sanità. 

Da Palermo per manifestare contro la chiusura di Nemo Sud, la storia di Maddalena paziente del centro

A portare il supporto al centro intervenendo nel corso della manifestazione intanto diverse forze politiche. La neodeputata Maria Flavia Timbro (Articolo 1), il segretario del Pd Franco De Domenico insieme ai consiglieri comunali del gruppo Alessandro Russo, Antonella Russo e Gaetano Gennaro, il consigliere di Libera Me Massimo Rizzo, il presidente del consiglio comunale Claudio Cardile e l'assessore alle politiche sociali Alessandra Calafiore. 

I rappresentanti politici con Nemo, De Domenico: "La sanità messinese massacrata"

Questa mattina anche il sindaco Cateno De Luca si è mobilitato in favore del Centro. "Ho convocato per lunedì 28 ore 15/45 un tavolo tecnico con tutte le parti interessate compreso l’assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza. Quali interessi ci sono dietro la cessazione anticipata della convenzione tra la fondazione Aurora ed il Policlinico di Messina per il centro Nemo Sud? Ho atteso per far uscire tutti allo scoperto seguendo la vicenda attraverso Danilo Lo Giudice ed Alessandra Calafiore.  Il Presidente Musumeci aveva preso degli impegni?", ha scritto sulla sua pagina facebook. 

 Chiusura Nemo Sud, Calafiore: "Non possiamo permettere che venga scippato alla città"

"Risolvere la questione con urgenza ma senza dimenticare di chiarire responsabilità e ruoli”, ha aggiunto Eleonora Urzí Mondo, membro del Comitato promotore regionale di Azione, durante il presidio. “Un nuovo capitolo per dare stabilità a migliaia di famiglie e lavoratori, va scritto ma non può prescindere da un’operazione di trasparenza che gli attori pubblici di questa vicenda non possono esimersi di fornire”, così il membro regionale del partito di Carlo Calenda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | "Nemo Sud non si tocca", Messina si mobilita contro la chiusura del centro

MessinaToday è in caricamento