Mare inquinato, pronta la task force per nuovi depuratori e torrenti puliti

Lo ha assicurato l'assessore regionale all'Ambiente durante un incontro con i sindaci dei paesi jonici. L'Arpa ha analizzato le reti fognarie e la qualità dell'acqua. Ma resta il problema rifiuti

Durante quest'estate il mare che bagna i paesi della costa jonica messinese è risultato spesso inquinato. Un allarme lanciato a più riprese da bagnati e amministratori locali su cui adesso la Regione è pronta ad accendere i riflettori. Al vaglio c'è infatti una task force di esperti che possa monitorare costantemente la salubrità del mare e pianificare gli interventi necessari.

E' quanto deciso dopo l'incontro tra l'assessore regionale  al Territorio e ambiente Toto Cordaro e sindaci della Jonica. Al tavolo tecnico, proposto dal primo cittadino di Furci Siculo Matteo Francilia, hanno partecipato anche i sindaci Messina, Nizza di Sicilia, Letojanni, Antillo, Roccalumera, Giardini Naxos, Taormina, Santa Teresa di Riva, Sant’Alessio Siculo, Scaletta Zanclea e Ali Terme. Presenti anche i tecnici dell’assessorato, il direttore tecnico dell’ARPA Sicilia - che ha relazionato sullo stato degli impianti di depurazione dell’area, sui controlli e sulle analisi periodiche effettuate dall’Agenzia - e Carmelo Briguglio, nella qualità di esperto del governatore.

Gli amministratori cittadini hanno esposto le principali criticità dei rispettivi territori, evidenziando anzitutto la necessità di reperire nuove risorse per effettuare interventi sui sistemi di depurazione e su una rete ormai vetusta e difficile da gestire. E' stata, inoltre, sottolineata la necessità di effettuare la pulizia dei torrenti che sfociano in mare trasportando, spesso, rifiuti e detriti.

“E' stato un confronto dai toni assolutamente costruttivi - ha osservato Cordaro - e l'idea di formare un apposito gruppo di lavoro che, a seconda delle specifiche esigenze, possa proporre interventi risolutivi, può rappresentare davvero un significativo passo in avanti per restituire purezza al mare lungo quel meraviglioso tratto di costa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un percorso, come è stato rilevato, che dovrà necessariamente avere come interlocutore il professore Maurizio Giugni, Commissario straordinario per la depurazione, con il quale è già stato avviato un proficuo rapporto di collaborazione. “Attraverso gli uffici competenti - ha aggiunto l'assessore Cordaro - seguirò l’iter delle opere, già finanziate, di potenziamento e di riqualificazione del depuratore di Nizza 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Far west sui Colli Sanrizzo, insulti e schiaffi tra due famiglie nell'area attrezzata di Musolino

  • Cade da cavallo e sbatte la testa, 18enne in gravissime condizioni

  • Rientro in classe, la pediatra Caputo: “Con queste regole si rischia il caos”

  • Rissa tra ragazzine a Villa Dante, due ferite: quattro pattuglie dei vigili per calmare gli animi

  • Ucciso a Los Angeles il regista Serraino, “Un amore spropositato per Messina che non gli ha mai tributato nulla”

  • La nuova Maserati Corse parla messinese, nel team di progettazione due ex studenti UniMe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento