rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Via le mascherine al chiuso, la data c'è ma il governo non esclude la proroga

Divisi fra chi sta pensando seriamente di togliere l'obbligo dal primo maggio e chi raccomanda prudenza. La decisione verrà presa tra due settimane

Il 1° maggio diremo addio alle mascherine al chiuso? Il governo ci sta pensando seriamente, ma non tutti gli esperti concordano sull'opportunità di fare a meno dei dispositivi di protezione.  L'attuale regolamentazione sulle mascherine, obbligatorie in tutti i luoghi al chiuso (compreso a scuola), resterà in vigore fino al 30 aprile. Poi si vedrà. Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa ha fatto capire che il tema è sul tavolo: "La mascherina ha mostrato di essere uno strumento molto efficace nella difesa dal Covid. Detto questo, l'obiettivo del governo è arrivare al primo maggio e non prevedere più neanche la mascherina al chiuso". Secondo il sottosegretario "ci sono le condizioni per raggiungerlo, al di là di situazioni particolari che valuteremo. Credo che anche questo sia un segno di ritorno alla normalità". 

Ricciardi: "Difficile togliere le mascherine dal primo maggio"

Sul tema va però registrata anche la presa di posizione di Walter Ricciardi, docente di Igiene all'università Cattolica e consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, che invece predica prudenza. "L'uso della mascherina, fino a che ci sarà la pandemia, è inderogabile. Nel piano del governo - ha spiegato - c'è la possibilità di togliere le mascherine al chiuso dal primo maggio. Ma c'è anche la garanzia, sia da parte del presidente del Consiglio sia da parte del ministro della Salute, di monitorare con grande attenzione la curva epidemica e decidere di conseguenza. In aprile monitoreremo quindi, ma mi sembra molto difficile poterla togliere, al chiuso, dal primo maggio". Non solo. "Tutti i Paesi che hanno dato scelto di togliere la mascherina al chiuso - ha ricordato Ricciardi - hanno dovuto fare marcia indietro e ripristinarla. Ma proprio tutti: l'Austria, la Francia, la Germania".

Anche Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici (Fnomceo) fa capire che sulle mascherine serve cautela. "Il messaggio che le mascherine non servono più non ci aiuta. Quindi è importante ripetere il contrario. Forse il messaggio che dobbiamo dare è: state attenti a chi vi sta accanto, perché non saprete mai se è positivo o negativo". Poi, aggiunge il numero uno dei camici bianchi italiani, "speriamo che questa sia l'ultima coda dell'inverno e che l'arrivo della primavera e del caldo possa consentirci di abbassare" la trasmissione per via aerosol. "L'unica accortezza allora sarà stare più attenti a chi ci è un po' più vicino".

Speranza: "Decideremo a metà aprile"

Sul tema il ministro Speranza ha detto che il governo prenderà una decisione tra un paio di settimane. "Attenzione, non abbiamo già deciso" ha messo in chiaro il ministro. "Sono scelte che si fanno passo dopo passo, a metà aprile osserveremo il quadro epidemiologico, valutando la curva. La situazione degli ospedali ora è sotto controllo ma l'incidenza è alta e le mascherine sono particolarmente utili. E infatti questo mese restano obbligatorie al chiuso". 

Stop alle mascherine in Germania

Come sempre tutto dipenderà dall'andamento dei contagi. In Germania si muovono con meno cautela. Berlino ha infatti deciso di revocare la maggior parte delle restrizioni anti-covid, compreso l'obbligo di indossare maschere in posti al chiuso, più di due anni dopo l'inizio della pandemia di coronavirus. Anche se le cifre delle infezioni sono ancora molto alte, il nuovo quadro giuridico adottato dalla maggioranza parlamentare dell'attuale coalizione di governo (socialdemocratici, verdi e liberali) prevede solo poche misure a livello nazionale. Questi includono l'obbligo continuo di indossare maschere sui treni a lunga percorrenza e sugli aerei. Inoltre, la maggioranza dei Lander mantiene l'obbligo di indossare maschere negli studi medici, nelle cliniche, nelle case di cura, negli autobus e nei treni. Al di là del nuovo regolamento, le aziende, le imprese e altre istituzioni private possono continuare a decretare l'uso di maschere o altre misure a loro discrezione. 

Fonte: Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via le mascherine al chiuso, la data c'è ma il governo non esclude la proroga

MessinaToday è in caricamento