Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Croce e le dimissioni da consigliere 'per motivi strettamente personali', Pergolizzi: "Verifiche in corso sulla validità"

La pec inviata in tarda mattinata all'amministrazione comunale. L'ultimo atto dell'ex candidato a sindaco dopo l'arresto e gli interrogatori

Dopo la sospensione per opera del Prefetto, Maurizio Croce si è dimesso dal consiglio comunale di Messina. In tarda mattinata l'ex candidato a sindaco ha formalizzato il passaggio tramite posta elettronica certificata con una comunicazione all'amministrazione comunale, sindaco, segretario e direttore generale e agli stessi consiglieri. Un passo atteso, già preannunciato nei giorni scorsi dallo stesso Croce con una comunicazione non ritenuta valida dal presidente del Consiglio Nello Pergolizzi. Ma anche in questo caso saranno necessarie ulteriori verifiche sull'ultima pec inviata da Croce e sulla necessità della controfirma da parte del suo legale. Confronto in corso tra lo stesso Pergolizzi con il segretario generale Rossana Carrubba. 

A rivendicare il posto che fu di Croce e che sembrerebbe spettare di diritto ad Alessandro Russo c’è anche Sebastiano Tamà. “Il segretario generale non ha sciolto la riserva – ha spiegato  Pergolizzi - perché pensavamo che il problema non si ponesse nell’immediato. Sono in corso dunque ulteriori verifiche sulla normativa”.Che comunque sembra pendere per Russo dal momento che in caso di rinuncia o dimissioni del candidato sindaco miglior perdente, il seggio va assegnato, “attraverso la regolare procedura della surroga, al candidato che segue immediatamente l’ultimo eletto nella lista che, tra quelle collegate al candidato sindaco miglior perdente dimissionario o non collegate, ha riportato il quoziente più alto fra quelli non utilizzati per l’assegnazione dei seggi”. E quel quoziente più alto, anche se in una lista non collegata, è di Russo, esponente del Pd che aveva ottenuto il quorum più alto tra le liste in corsa alle ultime amministrative e primo dei non eletti della lista De Domenico sindaco.

Intanto, stamane Maurizio Croce si è presentato in tribunale da solo per l'interrogatorio, visibilmente stizzito dalla presenza dei fotografi. Davanti al giudice si è avvalso della facoltà di non rispondere. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Croce e le dimissioni da consigliere 'per motivi strettamente personali', Pergolizzi: "Verifiche in corso sulla validità"
MessinaToday è in caricamento