Cronaca

Sospesi da stipendio e lavoro 60 medici e 20 infermieri, nuove sanzioni dell'Asp contro i sanitari no vax

Negli ultimi giorni l'azienda sanitaria ha comunicato i provvedimenti dopo le richieste via pec e raccomandata

Nuove sospensioni di medici e operatori sanitari che lavorano nel Messinese. Per non aver documentato all'azienda sanitaria provinciale la vaccinazione contro il coronavirus e non aver risposto nei tempi indicati alla pec inviata lo scorso mese l'ente di via La Farina ha bloccato lavoro e stipendio di sessanta medici e venti infermieri e solo negli ultimi giorni. In trecento su un totale di 1800 a fine settembre dovevano chiarire all'Asp se si fossero vaccinati o meno; un'ottantina di operatori sanitari ha mantenuto una posizione rigida sulla vaccinazione che è un obbligo per chi presta servizio presso strutture sanitarie e per questo l'azienda ha comminato le sanzioni previste. Duecentoventi hanno invece seguito l'iter dei colleghi vaccinandosi. 

Sanitari non vaccinati, diffide dell'Asp

Complessivamente a settembre l'Asp aveva inviato 3580 pec ai sanitari che operano in tutta la nostra provincia, alla data del 29 settembre i no vax o comunque persone non giustificate ma che avevano risposto erano circa 42, in corso di valutazione 11, mancata consegna o pec errate circa 185, in 964 erano privi di pec e contattati a mezzo posta raccomandata.  Ad oggi nel nostro Paese l'obbligo vaccinale è previsto per medici e personale sanitario. Per gli insegnanti e il personale scolastico è invece previsto l'obbligo del green pass. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospesi da stipendio e lavoro 60 medici e 20 infermieri, nuove sanzioni dell'Asp contro i sanitari no vax

MessinaToday è in caricamento