VIDEO | “Visite in nero, in ospedale e studi privati”, le accuse a tre medici del Papardo

Due diverse indagini della Guardia di Finanza che coinvolgono sanitari nella città dello stretto. Contestati a vario titolo i reati di peculato, truffa e falso

Un contratto di esclusiva con l’ospedale Papardo ma facevano visite specialistiche in nero. E’ scattato un sequestro per tre dirigenti medici per un totale di 65 mila euro. L’inchiesta coinvolge Carmelo De Francesco, 66 anni, endocrinologo, e Santi Sorrenti, 65 anni, cardiologo, ex consigliere comunale, a cui viene contestata l'accusa di peculato perchè - secondo quanto appurato dal Gruppo tutela spesa pubblica del nucleo di polizia economico finanziaria di Messina, coordinata dalla procura diretta da Maurizio de Lucia - visitavano in studi privati.

Peculato, truffa aggravata e falso, sequestrati 65 mila euro a tre medici

Nell'ambito di un'altra inchiesta, Francesco Mastroeni, primario di Urologia, già sospeso per un anno, risponde anche di truffa: le visite in nero le faceva in reparto, senza alcuna prenotazione del “Cup”, il paziente non pagava all’Ufficio Ticket, ma allo specialista. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | “Visite in nero, in ospedale e studi privati”, le accuse a tre medici del Papardo

MessinaToday è in caricamento