Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Il secondo Meeting del Turismo che unisce le due sponde, Basile: "Facciamocelo noi il Ponte prima che lo costruiscano"

L'evento dedicato agli operatori turistici dei territori di Messina e Reggio attraverso cui far conoscere le realtà del territorio ai buyers provenienti da tutto il mondo che diventerà Protocollo d'Intesa. Ecco il programma di un evento che vuole rendere protagonisti soprattutto i privati e le bellezze dello Stretto

Un "Ponte" che unisce la sponda messinese e quella reggina con l'intento di porre le basi per la costituzione di un'area dello Stretto in cui i protagonisti siano gli operatori economici del turismo, i privati e il territorio con le sue bellezze. È stato presentato questa mattina a Palazzo Zanca il secondo "Meeting Tourism dello Stretto" che quest'anno si arricchisce non soltano di un programma rinnovato, ma anche di buyers provenienti da tutto il mondo e della firma di un Protocollo d’intesa tra la Città metropolitana di Messina e quella di Reggio Calabria finalizzato alla realizzazione di iniziative congiunte per la promozione turistica dell’Area metropolitana dello Stretto.

L'Area dello Stretto diventa un Protocollo turistico, Ranuccio: "Indotto importante per il territorio"

A presentare il programma il sindaco Federico Basile insieme all'assessore al turismo Enzo Caruso, con Giuseppe Ranuccio, Sindaco di Palmi e consigliere metropolitano delegato al turismo e Giovanni La Tella, consigliere del comune di Reggio Calabria, delegato al turismo. "Vogliamo far capire che il dialogo e la sinergia con Reggio è un segno di sviluppo su un comparto che non è mai stato vissuto con sinergia - ha detto il sindaco Federico Basile - Facciamocelo noi il ponte prima che lo costruiscano e facciamolo in un settore che abbiamo vissuto singolarmente e mai in maniera collegiale come adesso". Anche i privati devono fare la loro parte perché "anche se il mondo dell’imprenditoria c’è ed è presente non basta lo sforzo delle amministrazioni per portare elementi attrattivi ma serve anche porre le basi per lo sviluppo di un turismo che non deve essere di passaggio ma stanziale", ha concluso il primo cittadino. 

Tante le novità di quest'anno, introdotte dall'assessore Enzo Caruso, fra cui il fatto che i buyers quest'anno verranno tutti dall'estero e potranno essere incontrati negli hotel messinesi secondo il programma previsto dall'evento. "Non bastano le brochure per scoprire Messina ma l’idea è fare conoscere il territorio anche puntando sull’aeroporto di Reggio e sulle infrastrutture oggi potenziate". 

L'Aeroporto dello Stretto è l'esperimento che decolla. La Tella: "Boom di turisti e voli pieni"

L'Area dello Stretto è quindi un brand di "storia che deve tornare a essere importante e questo si può fare facendo conoscere il territorio oggettivamente grazie alle opportunità create dalle amministrazioni affinché questo avvenga", ha sottolineato Giovanni La Tella, consigliere del comune di Reggio Calabria delegato al turismo. "Non mancano le criticità del territorio ma non ci sono solo quelle perché l’asse cultura e turismo sono il binomio su cui costruire il progresso economico anche grazie alla condivisione fra pubblico e privato", ha aggiunto Giuseppe Ranuccio, Sindaco di Palmi e consigliere metropolitano delegato al turismo. Il progetto che unirà tutti gli enti, fra strutture e agenzie turistiche, e amministrazioni relative, si è ormai "cristallizzato come metodo che coinvolge tutti e che consente di raccogliere i frutti di un percorso che se trova miglioramento dei servizi consente di essere fruttuoso", ha concluso Ivo Blandina, presidente della Camera di Commercio di Messina. 

La formula del "Meeting Tourism dello Stretto" prevede la presenza di buyer italiani ed esteri ai quali saranno presentate le peculiarità del territorio dell’Area integrata dello Stretto, con le sue bellezze storiche, ambientali ed enogastronomiche. Mediante incontri programmati sarà anche offerta agli operatori di settore l’opportunità di presentarsi ai buyer, su prenotazione, con la formula “B2B”. Il Meeting gode del patrocinio della compagnia aerea irlandese Ryanair, che recentemente ha attivato nuove rotte nazionali ed europee con destinazione l’Aeroporto dello Stretto “Tito Minniti”.

Programma 2° Meeting dello Stretto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il secondo Meeting del Turismo che unisce le due sponde, Basile: "Facciamocelo noi il Ponte prima che lo costruiscano"
MessinaToday è in caricamento