Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Rifiuti, positivi alla Messinaservizi e un morto per Covid a soli 55 anni: tavolo tecnico con i sindacati

De Luca chiede una corsia preferenziale per le vaccinazioni agli operatori della partecipata già richiesti dal presidente Lombardo. I sindacalisti Barresi e Fucile: “Tardiva conferma ai nostri timori. Il sindaco non si limiti a facebook ma proceda con atti concreti”

"Siamo addolorati per la morte per Covid 19 di un nostro operatore, il management dell'azienda  e l'intero consiglio di amministrazione si stringono con affetto alla famiglia porgendo le più sincere condoglianze. La sicurezza dei lavoratori è sempre stata e sarà la priorità principale nella nostra azienda. Siamo sempre accanto ai lavoratori che ogni giorno  con spirito di abnegazione continuano a garantire un servizio alla città, a  volte poco compreso in un momento veramente critico per la città a causa del diffondersi incontrollato della pandemia". A scriverlo, in una nota, il presidente di Messinaservizi Bene Comune Giuseppe Lombardo.

La notizia del decesso per Covid di Giovanni Libro, a soli 55 anni, che lascia moglie e due figli, è stata data ieri dal sindaco insieme a quella che sono tanti i lavoratori positivi di MessinaServizi. De Luca ha chiesto una corsia preferenziale per i vaccini agli operatori della partecipata. Una decina quelli in atto positivi al Coronavirus. “Abbiamo bisogno urgentemente che vengano vaccinati perché a seguito della gestione criminale dell’Asp che non è andata nelle case a ritirare i rifiuti speciali delle persone in quarantena, tante famiglie che avevano i rifiuti in casa se ne sono disfatti – ha detto De Luca rivolto al commissario Marzia Furnari – Avete fatto il danno? Cercate ora di ripararlo immeditamante”.

Sulla vicenda  sono intervenuti Francesco Fucile e Michele Barresi, segretari di Fp Cgil e  UIltrasporti Messina.

“Il nostro profondo dolore va principalmente al lavoratore di MessinaServizi, ennesima vittima del Covid in questa città e ai suoi familiari – hanno dichiarato - certi che quanto  accaduto, e denunciato dal sindaco in diretta Fb,  non può che accendere ancora di più i riflettori sulla sicurezza dei lavoratori più esposti a rischio contagio. A tal fine questi sindacati - continuano Fucile e Barresi evidenziano, dopo le gravi affermazioni del sindaco le ripetute segnalazioni che Fp Cgil e UIltrasporti hanno inoltrato denunciando in ultimo in data 6 gennaio 2021 un servizio  raccolta rifiuti cittadino nel caos, dove le  utenze Covid non monitorate dall'Asp rischiavano probabilmente di trovarsi mischiate alla raccolta indifferenziata con gli operatori inconsapevoli vittime. Le parole di oggi nella diretta del sindaco che è anche il socio unico di MessinaServizi, appaiono come la tardiva conferma dei nostri timori - continuano i sindacalisti - ed esprimiamo forti preoccupazioni alla luce del fatto che nessuna risposta ufficiale ci è stata fornita a seguito della denuncia dello scorso 6 gennaio. Riteniamo che si dovevano prima e si debbano ancora oggi porre in essere i necessari interventi, di concerto con l'Asp, affinché i lavoratori addetti alla raccolta rifiuti possano continuare a svolgere il servizio senza rischi di contagio ed in tal senso il sindaco non si limiti a facebook ma proceda con atti concreti”. 

La richiesta della vaccinazione degli operatori, “perché esposti al rischio tanto quanto gli operatori sanitari e perché devono garantire un servizio pubblico essenziale”, è stata comunque già richiesta dal presidente della Messina Servizi, Giuseppe Lombardo al commissario Furnari già il 5 gennaio scorso proprio durante il tavolo tecnico sui rifiuti.

“Sul tema della prevenzione – scrive Lombardo – Messinaservizi non hai mai lesinato né risorse e né attività affinché in azienda si rispettasse quanto previsto dalle procedure anti Covid 19. Per responsabilità e competenze esterne però bisogna fare squadra, tutti, per questo ho già convocato per domani un tavolo con tutte le organizzazioni sndacali. affinché quanto già richiesto all’Asp dal sottoscritto da oltre dieci giorni sia supportato da tutti soprattutto alla luce anche delle negligenze che stanno emergendo nelle ultime settimane da parte dell’Asp".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, positivi alla Messinaservizi e un morto per Covid a soli 55 anni: tavolo tecnico con i sindacati

MessinaToday è in caricamento