Cronaca

Metroferrovia, al via il biglietto integrato: ma adesso serve rendere fruibili le stazioni

Dal 1 maggio via libera all'offerta unica treno-bus-tram, nuova tariffa e più treni tra Messina Centrale e Giampilieri. Resta il nodo legato alle infrastrutture, dialogo aperto tra Regione, Comune e Rfi

Dopo anni di attesa l'importante svolta. Il biglietto integrato treno-tram-bus dal 1 maggio sarà realtà e la mobilità locale si appresta a compiere un importante passo in un periodo così complicato per gli spostamenti. Con due euro si potrà viaggiare sui treni della metroferrovia e sui mezzi Atm. Questa mattina la presentazione ufficiale con un treno partito da Giampilieri direzione Messina Centrale, a bordo le autorità politiche e i rappresentanti di Atm e Trenitalia. Su questa tratta prevista inoltre una nuova tariffa al costo di 1.50 euro con un prezzo minore anche riguardo gli abbonamenti.

Oltre al biglietto, arriverà presto un potenziamento del servizio. Ferrovie dello Stato, a partire dal mese di giugno e sino al 31 dicembre, ha previsto ulteriori cinque coppie di treni per i collegamenti tra l'estrema periferia sud ed il centro cittadino.

Il problema delle fermate difficilmente raggiungibili

Ma resta da risolvere il nodo legato all'infrastruttura. Alcune fermate della metroferrovia sono poste in zone difficilmente raggiungibili. "Stiamo lavorando per migliorare anche questo aspetto - ha detto l'assessore comunale alla Mobilità Salvatore Mondello - c'è già un progetto per riqualificare le aree esterne alle stazioni di cui è l'amministrazione ad avere competenza. Dalla Regione abbiamo già ricevuto l'ok per finanzianare la manutenzione ordinaria, poi andrà analizzato ogni singolo caso. A Contesse ad esempio serve un progetto ben più importante per rendere davvero fruibile l'accesso alla ferrovia. Il biglietto integrato è solo uno step che si inserisce nel più ampio disegno di mobilità. L'obiettivo resta quello di disincentivare l'uso del mezzo privato e i quindici parcheggi di interscambio in via di realizzazione si inquadrano proprio in questo scenario".

Rassicurazioni sul tema sono arrivate dallo stesso assessore regionale ai Trasporti Marco Falcone, intervenuto alla presentazione alla stampa del nuovo biglietto integrato.

Le nuove tariffe

Dal primo maggio partirà la nuova tariffa per l’utilizzo dei treni regionali di Trenitalia nell’area urbana di Messina (da Giampilieri alla stazione Messina Centrale):

- 1.50 euro per il biglietto singolo (in precedenza 2.80), con validità di 90 minuti

- 10 euro per l’abbonamento settimanale (in precedenza 15.20)

- 35 euro per l’abbonamento mensile (in precedenza 54.60)

- 350 euro per l’abbonamento annuale (in precedenza 509.50).

I titoli di viaggio potranno essere acquistati nelle biglietterie Trenitalia, nelle Self Service, nei punti vendita autorizzati e tramite sito www.trenitalia.com, Mobile e App di Trenitalia.

I costi del biglietto integrato

Contestualmente, sempre dal primo maggio, per viaggiare su bus e tram gestiti dall’ATM (Azienda trasporti Messina) e sui servizi regionali di Trenitalia all’interno del territorio comunale di Messina, saranno introdotti il “Biglietto corsa semplice integrato Messina” al prezzo di 2 euro (validità 100 minuti e una corsa ferroviaria) e l’“Abbonamento mensile integrato Messina” al prezzo di 55 euro, per integrare la Metroferrovia, tra le stazioni di Giampilieri e Messina Centrale, e i servizi bus e tram.

I

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metroferrovia, al via il biglietto integrato: ma adesso serve rendere fruibili le stazioni

MessinaToday è in caricamento