Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Le telecamere di Rai Tre sulle autostrade della vergogna: l'inchiesta comincia da Messina

La trasmissione del giornalista Federico Ruffo dedicata alle superstrade italiane ha inaugurato la nuova stagione del programma con la A18 e la A20. In studio anche il direttore generale del Cas Salvatore Minaldi

Diciassette vittime in due anni su due delle tratte più pericolose d'Italia: la Messina-Catania e la Messina-Palermo. Il viaggio della trasmissione "Mi manda rai tre" condotta dal giornalista Federico Ruffo e dedicata a una inchiesta lungo le autostrade italiane comuncia proprio dalla Sicilia e dalle due reti stradali già finite nel mirino della Procura e del Ministero dei Trasporti. 

Il raportage di Rai Tre prende il via dall'incendio del 31 agosto nella galleria Telegrafo, ultimo fatto di un lungo elenco di cronaca nera che ha visto protagonista un percorso definito inagibile diversi mesi da dall'ispettore ministeriale Placido Migliorino. A intervenire nel corso della trasmissione anche il direttore generale del Cas Salvatore Minaldi. 

L'esponente del consorzio, finito nel mirino delle polemiche non soltanto per il costo del pedaggio per percorrere l'autostrada, ma soprattutto per la mancata manutenzione nel corso degli anni delle arterie, ha posto l'attenzione sugli ultimi provvedimenti messi in campo per apportare miglioramenti. 

"Sin dal 2019 con le Università di Catania, Messina ed Enna abbiamo attivato un sistema di monitoraggio e di controllo di tutti i viadotti e di tutte le gallerie e insieme alle linee guide del ministero ci siamo adeguati", ha detto. Ma questo non basta, secondo l'ingegnere Migliorino secondo cui, invece, doveva essere preso in considerazione innanzitutto il dossier da lui stesso stilato in occasione del lavoro sulle tratte A18 e A20 su cui c'erano pochi dubbi in merito alla tangenziale di Messina: andava chiusa già dallo scorso inverno. 

"Noi non abbiamo chiesto nessun altro parere all'Università ma il dossier parla degli ultimi 20 anni ma se dopo questo periodo di tempo il Cas è in queste condizioni qualcuno ha consentito che questo accadesse", risponde ancora Minaldi. A evidenziare tutte le situazioni di pericolo  insieme ai giornalisti del programma anche Domenico Interdonato, esponente di CittadinanzAttiva, che da sempre ha denunciato la pericolosità dell'autostrada. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le telecamere di Rai Tre sulle autostrade della vergogna: l'inchiesta comincia da Messina

MessinaToday è in caricamento