Cronaca

Migranti, nuovi arrivi e nuove fughe all'hotspot di Bisconte

Nuovi sbarchi a Lampedusa rimettono in moto il sistema di accoglienza anche all'ex caserma Gasparro. Nuovi arrivi sono stati già disposti e altri dovranno essere effettuati per evitare sovraccarico nell'isola delle Pelagie dove è attesa in serata la nave quarantena

Nuovi sbarchi a Lampedusa rimettono in moto il sistema di accoglienza anche all'hotspot di Bisconte. Nuovi arrivi, una trentina, sono stati già disposti al Centro accoglienza straordinaria e altri dovranno essere effettuati per evitare sovraccarico nell'isola delle Pelagie dove è attesa in serata la nave quarantena.

E insieme agli arrivi anche nuovi tentativi di fuga dal Cas. In via Cagliari, una abitante della zona si è ritrovato nel giardino di casa un uomo che si era allontanato dalla struttura. Sul posto le forze dell'ordine che hanno sotto controllo la situazione.

Per l'hotspot di Bisconte è stato annunciato a metà luglio lo smantellamento d'intesa con la prefettura dopo le proteste del sindaco di Messina Cateno De Luca che aveva disposto una ordinanza per accelerare la procedura che è stata annullata poi dal prefetto.

Nelle ultime ore sono all'incirca 200 i migranti, quasi tutti tunisini, arrivati a Lampedusa  in otto diversi sbarchi. Alcune imbarcazioni sono arrivate direttamente sulla terraferma altri sono stati soccorsi dalla Guardia costiera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, nuovi arrivi e nuove fughe all'hotspot di Bisconte

MessinaToday è in caricamento