Migranti, Messina porto di sbarco per la Alan Kurdi

La Commissione Europea ha attivato la procedura per la ricollocazione di 61 persone anche a Pozzallo. Germania e Francia hanno già manifestato la disponibilità ad accogliere

La Commissione Europea ha attivato la procedura per la ricollocazione dei 61 migranti presenti sulla imbarcazione Alan Kurdi della Ong tedesca Sea Eye e dei 60 a bordo della Ocean Viking. Lo rende noto il Viminale.

Alcuni Paesi europei, tra cui Germania e Francia, hanno già manifestato la disponibilità ad accogliere quote di migranti, riferisce il Viminale, dando atto ancora una volta del rapporto di collaborazione europea in tema di immigrazione rafforzato dal pre-accordo di Malta.

Sono stati quindi indicati Messina come porto di sbarco per la Alan Kurdi, arrivata ieri sera, e Pozzallo per la Ocean Viking.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: tutta la Sicilia sarà "zona rossa", 380 casi a Messina e 3 decessi

  • Messina zona rossa, dietrofront del sindaco: “Revoco l'ordinanza, nessuna collaborazione sui rifiuti speciali”

  • Zona rossa alla De Luca dal 18 al 28 gennaio, la nuova ordinanza: sospeso l'asporto e chiuse le scuole

  • Messina zona rossa, da venerdì ulteriori restrizioni per negozi e servizi

  • "L'ordinanza non sarà modificata", la Musolino risponde anche su barbieri e mercati che rischiano sanzioni

  • Insulti su fb per il cacciatore morto, Rizzo: "Troppa cattiveria, siamo vicini alla famiglia"

Torna su
MessinaToday è in caricamento