Cronaca Militello Rosmarino

Militello Rosmarino, minaccia e insulta sindaco e assessori su facebook: annullato il divieto di dimora

Galati era ai domiciliari da aprile con dodici denunce a carico. Il suo caso finito in Paerlamento

Il Tribunale di Messina ha annullato il divieto di dimora disposto per Franco Galati, l'uomo accusato di minaccia a corpo politico e arrestato dai carabinieri di Sant'Agata di Militello ad aprile scorso in quanto ritenuto l'autore delle minacce al sindaco di Militello Rosmarino, Salvatore Riotta e gli assessori della sua giunta.

L'ordinanza di custodia cautelate agli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Patti, su richiesta della locale procura perchè nelle settimane precedenti Galati, aveva postato su Facebook alcuni video in cui aveva attaccato sindaco ed esecutivo. Dodici le denunce a suo carico.  Riotta e il presidente del consiglio comunale Mileti,  avevano scritto avevano scritto anche al Prefetto di Messina, dal quale erano stati ricevuti e rassicurati e informato il ministro Matteo Salvini tanto che la vicenda era approdata in Parlamento.

Galati ha ammesso le minacce e le frasi ingiuriose giustificandole col fatto che era adirato perchè aveva ricevuto un’ordinanza di demolizione per un’abitazione intestata al padre, morto quarant’anni prima.  Ora con ordinanza i giudici messinesi, in accoglimento dell’istanza di riesame , presentata dall’avvocato difensore Massimiliano Fabio, ha disposto l’immediata cessazione delle prescrizioni inerenti la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Militello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Militello Rosmarino, minaccia e insulta sindaco e assessori su facebook: annullato il divieto di dimora

MessinaToday è in caricamento